This content is not available in your region

'Ndrangheta: l'ex parlamentare Pittelli resta ai domiciliari

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Cassazione ha annullato con rinvio ordinanza Tribunale riesame
Cassazione ha annullato con rinvio ordinanza Tribunale riesame

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CATANZARO</span>, 16 <span class="caps">LUG</span> – L’avvocato ed ex parlamentare di<br /> Forza Italia Giancarlo Pittelli, imputato nel processo<br /> “Rinascita Scott” di concorso esterno in associazione mafiosa ed<br /> altri reati, resta ai domiciliari. La Corte di Cassazione ha<br /> infatti deciso l’annullamento, con rinvio a una diversa sezione<br /> del Tribunale del riesame di Catanzaro per una nuova pronuncia,<br /> l’ordinanza con cui gli stessi giudici del riesame avevano<br /> disposto il ritorno in carcere per l’ex parlamentare.<br /> Nel dicembre del 2021 Pittelli, difeso da Gian Domenico Caiazza,<br /> Salvatore Staiano e Guido Contestabile, era tornato in carcere<br /> per decisione del Tribunale di Vibo Valentia. Il collegio,<br /> presieduto da Gilda Romano, davanti al quale nell’aula bunker di<br /> Lamezia Terme si sta celebrando il processo “Rinascita Scott”<br /> alle cosche di ‘ndrangheta del Vibonese, aveva accolto la<br /> richiesta di aggravare, dai domiciliari al carcere, la misura<br /> cautelare cui è sottoposto Pittelli in seguito alla scoperta di<br /> una raccomandata che l’avvocato aveva inviato al ministro per il<br /> Sud Mara Carfagna, chiedendole di interessarsi della sua vicenda<br /> giudiziaria. La segreteria del ministro aveva poi inviato la<br /> missiva all’ispettorato di Palazzo Chigi che, a sua volta,<br /> l’aveva trasmessa alla Squadra mobile di Catanzaro che aveva<br /> informato dei fatti la Procura della Repubblica di Catanzaro<br /> diretta da Nicola Gratteri. I magistrati della Dda avevano<br /> quindi inviato la raccomandata al Tribunale di Vibo Valentia,<br /> chiedendo l’aggravamento della misura cautelare sulla base della<br /> tesi che Pittelli aveva violato l’obbligo di non avere alcun<br /> rapporto con l’esterno imposto dal regime detentivo ai<br /> domiciliari.<br /> Due mesi dopo, lo stesso Tribunale di Vibo, composto<br /> diversamente poiché il presidente era assente per malattia,<br /> aveva accolto la richiesta dei difensori di Pittelli ed aveva<br /> ripristinato i domiciliari per l’ex parlamentare. Decisione che<br /> era stata impugnata dalla Dda di Catanzaro che aveva fatto<br /> appello al Tribunale del riesame, che nell’aprile scorso aveva<br /> accolto l’appello con il quale la Dda aveva chiesto il<br /> ripristino per Pittelli della custodia cautelare in carcere. Ora<br /> la decisione della Cassazione di annullare con rinvio<br /> quest’ultima decisione del Tribunale del riesame. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.