This content is not available in your region

Mafia: sit in a Genova a sostegno di Nicola Gratteri

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Gruppo Agende Rosse ricevuto da viceprefetti Romeo e Frassinetti
Gruppo Agende Rosse ricevuto da viceprefetti Romeo e Frassinetti

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 10 <span class="caps">LUG</span> – Molte persone hanno partecipato<br /> stamani a Genova alla manifestazione sit-in davanti alla<br /> Prefettura di Genova a sostegno del Procuratore Nicola Gratteri<br /> promossa da Agende rosse Liguria gruppo Falcone e Borsellino. “Siamo stati ricevuti in Prefettura dal Viceprefetto Vicario<br /> Dott. Valerio Massimo Romeo e dalla Viceprefetto Capo del<br /> Gabinetto Dott.ssa Veronica Frassinetti. Nelle loro mani abbiamo<br /> consegnato una lettera aperta con preghiera di inoltro al<br /> Presidente del Consiglio e tutto l’Esecutivo. Abbiamo spiegato<br /> le motivazioni che ci hanno indotto ad indire questa<br /> manifestazione ed abbiamo ricevuto la piena solidarietà e<br /> sostegno alle nostre giustificate motivazioni – hanno spiegato i<br /> promotori -. Il Comune di Genova, data l’assenza del sindaco<br /> Marco Bucci, con noi solidale, è stato rappresentato<br /> dall’assessore alla sicurezza Dott. Sergio Gambino, che<br /> ringraziamo”. “Da quasi vent’anni il magistrato Nicola Gratteri lotta<br /> contro le organizzazioni mafiose – spiega la lettera -. I<br /> procedimenti giudiziari seguiti alle sue indagini hanno portato<br /> a migliaia di arresti, centinaia di condanne ed hanno dimostrato<br /> e certificato la diffusione e la ramificazione di queste<br /> organizzazioni non solo al di fuori dei territori di origine, ma<br /> in tutta Italia e nel mondo. Proprio a seguito di tali successi,<br /> il Dottor Gratteri è divenuto un obiettivo primario della<br /> malavita organizzata: lo dicono le intercettazioni, lo dice la<br /> storia dei suoi predecessori Chinnici, Falcone e Borsellino, lo<br /> dice il buonsenso, lo ha recentemente confermato l’<span class="caps">FBI</span><br /> statunitense (rivelando un progetto di attentato nei suoi<br /> confronti proveniente dal Sudamerica). Tutti i cittadini che<br /> hanno pianto davanti alle immagini di Capaci e di Via D’Amelio<br /> non vogliono più piangere. Noi non vogliamo più piangere, ma<br /> qualcosa ci angoscia profondamente. Non apprezziamo che Gratteri<br /> non sia stato posto in posizione di assoluta importanza<br /> nell’ambito della Direzione nazionale antimafia. Siamo<br /> fortemente turbati e critichiamo, inoltre, il fatto che<br /> l’attuale Governo non abbia mai pronunciato la parola “mafia”:<br /> forse non v‘è tra le priorità nell’agenda dell’Esecutivo, quella<br /> di porre fine a questo fenomeno”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.