This content is not available in your region

Violentò donna in ascensore, condannato a 7 anni e 8 mesi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Stupro a dicembre nel Milanese. Decisivi il Dna e le telecamere
Stupro a dicembre nel Milanese. Decisivi il Dna e le telecamere

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 04 <span class="caps">LUG</span> – E’ stato condannato a 7 anni e 8<br /> mesi di reclusione con rito abbreviato il 31enne libico Hamza<br /> Sara arrestato dai carabinieri il 12 gennaio scorso per aver<br /> violentato e rapinato la notte del 21 dicembre 2021 una donna di<br /> 44 anni nell’ascensore che collega il garage al condominio, a<br /> Segrate (Milano), dove la donna vive, mentre rientrava a casa<br /> dopo aver parcheggiato l’auto. Lo ha deciso il gup di Milano<br /> Tiziana Gueli a seguito dell’inchiesta dei carabinieri,<br /> coordinata dall’aggiunto Letizia Mannella e dal pm Rosaria<br /> Stagnaro, sul terribile caso di abusi. Decisive nelle indagini<br /> le telecamere, ma anche il confronto del Dna. Il giudice ha condannato l’imputato (con lo sconto di un<br /> terzo sulla pena previsto dal rito abbreviato) per rapina e<br /> violenza sessuale aggravata e ha riconosciuto alla vittima (in<br /> aula e rappresentata come parte civile dal legale Andrea<br /> Prudenzano) una provvisionale di risarcimento di 20mila euro.<br /> Tra 90 giorni le motivazioni del verdetto. La Procura aveva<br /> chiesto 10 anni come pena. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.