This content is not available in your region

Ius scholae: Cei, basta ideologie, l'Italia è cambiata

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Mons. Perego, 'è tema da 15 anni, perché contrapporre bollette?'
Mons. Perego, 'è tema da 15 anni, perché contrapporre bollette?'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 02 <span class="caps">LUG</span> – “La riforma della cittadinanza con lo<br /> Ius scholae va incontro alla realtà di un Paese che sta<br /> cambiando. Spero che le ragioni e la realtà prevalgano rispetto<br /> ai dibattiti ideologici per il bene non solo di chi aspetta<br /> questa legge ma anche dell’Italia che è uno dei Paesi più vecchi<br /> al mondo”. Lo dice monsignor Gian Carlo Perego che nella Cei è<br /> il Presidente della Commissione episcopale per le migrazioni e<br /> Presidente della Fondazione Migrantes. A quelle forze politiche che affermano non sia una priorità<br /> il rappresentante della Cei replica: “Ne parliamo da almeno<br /> quindici anni, contrapporre il caro-bollette non ha senso”. “La Chiesa italiana continuerà a sostenere questo tipo di<br /> linea che legge una realtà che già c‘è. Sta alla politica ora<br /> fare uno scatto”, dice il vescovo responsabile delle politiche<br /> migratorie. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.