Ex vigilessa uccisa, parla ex compagno di cella di un imputato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
I verbali choc degli interrogatori, tentò di darci candeggina
I verbali choc degli interrogatori, tentò di darci candeggina

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BRESCIA</span>, 02 <span class="caps">LUG</span> – “L’ho fatto per una questione<br /> etica, perché quello che hanno commesso è mostruoso”. Lo ha<br /> detto l’ex compagno di cella di Mirto Milani che aveva raccolto<br /> l’ammissione in cella sull’omicidio di Laura Ziliani e che poi<br /> ha collaborato favorendo le intercettazioni ambientali in<br /> carcere a Brescia che hanno, una volta chiusa l’indagine da<br /> parte della Procura, costretto Milani a confessare. Così come poi hanno fatto anche Paola e Silvia Zani, le due<br /> figlie dell’ex vigilessa di Temù uccisa l’otto maggio di un anno<br /> fa e poi ritrovata tre mesi più tardi cadavere vicino al fiume<br /> Oglio nel paese della Vallecamonica. “Mirto mi ha raccontato che quella sera lui, Paola e Silvia<br /> preparano dei muffin e riempiono quello destinato a Laura di<br /> benzodiazepine. Lei lo mangia però non crolla come previsto nei<br /> primi 10 minuti: aveva un fisico forte. Alla Ziliani sembra non<br /> succedere niente e va a letto. Laura a un certo punto è ormai<br /> rintronata e va in cucina per prendere da bere dal frigorifero.<br /> A quel punto scatta la furia di Silvia che prende da dietro la<br /> madre. Laura cade sulla figlia, le salta sopra Paola per tenerla<br /> ferma, ma la mamma non muore. Con Mirto le mettono il sacchetto<br /> di plastica sulla testa e lo chiudono con una fettuccia e una<br /> porzione di prolunga” racconta al Giornale di Brescia. “Mirto<br /> Milani mi ha detto che c‘è il dubbio che sia stata seppellita<br /> viva, senza che loro ne fossero certi. Laura aveva convulsioni<br /> lunghe”, ha concluso il detenuto. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.