This content is not available in your region

Vino e rum: i produttori angolani guardano al mercato globale

Di Chris Burns  & Dinamene Cruz
Vino e rum: i produttori angolani guardano al mercato globale
Diritti d'autore  euronews   -  

Business Angola ha visitato due aziende che puntano sul vino e sugli alcolici angolani: Vale do Bero, l'unico produttore di vino rosso nella provincia di Namibe, e Caxaramba, distillatore e produttore di rum nella provincia di Benguela. Il successo di entrambi si basa sul mercato interno angolano, ma nel medio-lungo termine puntano anche ad esportare i loro prodotti in tutto il mondo.

Iniziamo con Vale do Bero, lungo il fiume Bero, nella ricca provincia agricola di Namibe. Il proprietario Paulo Múrias era un medico: all'inizio la viticoltura era un semplice hobby, unito a quello della coltivazione delle olive. "Visto che le olive non crescevano, sono passato alla seconda coltura che avevo individuato fin dall'inizio, ossia la coltura della vite - dice Múrias -. Volevo provare a produrre vino qui. E questo è stato un successo fin dall'inizio".

Un successo anche per la produttività: due vendemmie all'anno grazie a un clima favorevole. "Un vantaggio molto grande rispetto alla maggior parte dei Paesi - ammette Múrias -. La maggior parte dei Paesi ha una sola produzione annuale. Ho deciso di scegliere il Portogallo per la semplice ragione che la popolazione angolana è abituata al gusto del vino portoghese. Per questo ho deciso, per quanto riguarda i ceppi di vite, di importarli dal Portogallo". Vitigni portoghesi con una dimensione angolana. "L'uva assorbe l'ambiente, il terroir della Vale do Bero - dice Múrias -. Quindi, attualmente, credo che il Vale do Bero rappresenti il gusto del vino angolano.

Euronews
Paulo Múrias (a sinistra) e Luís Filipe Madeira: i due gestiscono Vale do Bero, l'unico produttore di vino rosso nella provincia di NamibeEuronews

A co-gestire l'attività negli ultimi due anni è stato Luís Filipe Madeira, un cugino di Murias. Vale do Bero, ci dice Madeira, produce circa 80.000 bottiglie all'anno. "Abbiamo 21 ettari di uva da vino e quattro ettari di uva da tavola -dice Madeira -. Abbiamo intenzione di espandere ulteriormente i terreni".

Il passo successivo è l'espansione della clientela oltre i confini dell'Angola. Un obiettivo condiviso da Caxaramba, produttore di rum nella provincia di Benguela. Il proprietario Ricardo Guerra proviene da una famiglia con una lunga tradizione di produzione di vino in Portogallo ed è un angolano di quinta generazione. "Dal 2010, quando abbiamo iniziato questo sogno, questa esperienza, usiamo botti di rovere francese e americano - dice Guerra -. Per produrre 50.000 litri di rum dobbiamo fermentare quasi 500.000 litri. Quindi il processo di distillazione è molto piccolo".

Euronews
Ricardo Guerra è il proprietario e l'amministratore delegato di Caxaramba, produttore di rum nella provincia di BenguelaEuronews

Barili a parte, Caxaramba si rifornisce per la maggior parte da aziende dell'Angola, evitando così la dipendenza dalle importazioni. "Quasi il 95% dei nostri prodotti viene acquistato in Angola - dice Guerra -. Questa è una grande vittoria per noi. Nei prossimi 10 anni, invece di 50.000 litri all'anno, vorrei arrivare a 500.000 litri all'anno. È il nostro obiettivo, penso che sia possibile. Poi, naturalmente, vogliamo internazionalizzare il nostro marchio. Vogliamo mostrare il nostro marchio al mondo perché crediamo di avere un prodotto speciale".