This content is not available in your region

Musiche dal mondo. Tour mondiale per il trombettista franco-libanese Maalouf

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Il trombettista franco-libanese Ibrahim Maalouf
Il trombettista franco-libanese Ibrahim Maalouf   -   Diritti d'autore  AFP

Nuovo tour mondiale per il celebre trombettista franco-libanese Ibrahim Maalouf. Dopo l’uscita del suo nuovo album "Capacity to Love" l’artista torna sul palcoscenico, protagonista all'Arena di Arles in Provenza, durante il Festival "Les escales du Cargo".

"Questo nuovo album vede la collaborazione con parecchi musicisti, anche molto diversi tra loro, artisti che provengono da esperienze e mondi diversi. La mia idea è riuscire ad integrare tutti questi generi nella mia musica, con le loro differenze. Non devono per forza essere sonorità che io compongo da ormai 25, 30 anni". Cultura hip-hop ma anche musica di strada. Una visione unica per un nuovo lavoro urban-style.

"Ho la possibilità di suonare uno strumento che mi piace molto. La tromba non mi piaceva molto all’inizio quando ho iniziato a suonarla. Ma poi con il passare del tempo ho imparato ad amare questo strumento, uno strumento che mio padre mi ha fatto conoscere e che mi permettere di essere quello che sono. E’ una specie di vettore, mi permette di esplorare tutta la musica che mi piace, quindi è un'opportunità incredibile. Mi sento come un ricercatore, sperimento sempre cose nuove. A volte ci riesco altre volte no. Ma questo è la vita. Sono un ricercatore che fa esperimenti".

Ibrahim Maalouf ha seguito le orme di suo padre, il trombettista Nassim Maalouf. Era Maurice André, anche un ex insegnante di tromba di suo padre, che convinse Maalouf a tentare una carriera professionale come trombettista. Alla fine si è trasformato in uno jazz-trombettista dalle influenze arabeggianti.

La sua è una tromba speciale che ha una valvola in più, un'invenzione di suo padre, che rende possibile suonare la tromba anche nella musica araba.