Lavrov: "Nato e Ue come Hitler, preparano la guerra alla Russia"

Access to the comments Commenti
Di euronews
frame
frame   -   Diritti d'autore  frame

La corsia preferenziale offerta a Ucraina e Moldavia per il loro ingresso nell'Unione europea ha sollevato le reazioni di Mosca. Il Cremlino tuttavia ha mantenuto un basso profilo, liquidando la questione come "affari interni all'Europa".

Il portavoce del presidente Vladimir Putin, Dmitry Peskov ha poi aggiunto un auspicio. "Per noi è importante che questo processo non porti ulteriori problemi alle relazioni tra i Paesi citati e la Russia. Ce ne sono già abbastanza". Quanto ai rapporti tra la Russia e l'Unione europea, questi "hanno toccato il fondo, ed è difficile scendere più in basso".

Concetti analoghi sono stati espressi il ministro russo degli Esteri Serghei Lavrov a Baku, dove si trova in visita per colloqui col suo omologo Bayramov. Per lui la ridefinizione delle alleanze sul suolo europeo ha un precedente storico nel periodo che precedette lo scoppio dellla Seconda guerra mondiale.

La Nato e l'Unione europea oggi agirebbero come Hitler nel 1939, "riunendo un numero significativo di paesi europei per una guerra contro l'Unione sovietica allora e contro la Russia oggi". Lavrov ha aggiunto che Mosca non sottovaluta i potenziali rischi, e ha annunciato che la "situazione verrà tenuta d'occhio da vicino"