This content is not available in your region

Migranti: Unhcr premia azienda Foggia che dà lavoro a rifugiati

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Pia' gestisce stabilimento trasformazione del pomodoro
'Pia' gestisce stabilimento trasformazione del pomodoro

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BARI</span>, 15 <span class="caps">GIU</span> – Offrire un’opportunità di lavoro<br /> favorendo l’integrazione sociale dei rifugiati: è uno degli<br /> elementi che ha caratterizzato il progetto ‘Lavoro senza<br /> frontiere’ promosso alla ‘Princes industrie alimentari’ (Pia),<br /> società di Foggia che ha ricevuto il riconoscimento ‘Welcome – working for refugee integration’ da parte de l’Alto<br /> commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr). La<br /> cerimonia si è svolta in Campidoglio, a Roma, alla presenza del<br /> Ministro del Lavoro Andrea Orlando. La ‘Princes industrie<br /> alimentari’ gestisce a Foggia il più grande stabilimento in<br /> Europa per la trasformazione del pomodoro. Ha ritirato il<br /> riconoscimento Gianmarco Laviola, amministratore delegato di<br /> Pia, alla presenza anche di Louis Amakonze Eze, uno dei<br /> beneficiari del progetto ‘Lavoro senza frontiere, nato nel 2018<br /> per offrire un’opportunità di lavoro e integrazione sociale a<br /> coloro che sono a rischio sfruttamento nella filiera del<br /> pomodoro. Avviato con l’inserimento di quattro migranti<br /> nigeriani, il progetto ha impiegato nove lavoratoriin diversi<br /> ambiti produttivi (mensa, reparto agronomico, etichettaggio,<br /> pelatura e movimentazione in area esterna) dopo un periodo di<br /> formazione. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.