A Roma sfila il Pride per pace e diritti, "siamo 900mila"

Access to the comments Commenti
Di ANSA
"Torniamo a fare rumore". La madrina Elodie canta dal carro
"Torniamo a fare rumore". La madrina Elodie canta dal carro

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 11 <span class="caps">GIU</span> – Sfila per le vie del centro di Roma<br /> il corteo del Pride e sotto lo sloga ‘Peace & Love’ rivendica i<br /> diritti per le persone Lbgt e chiede la pace. Ad aprire il<br /> corteo le istituzioni cittadine, al fianco del Circolo Mario<br /> Mieli. A tenere lo striscione in prima fila del Roma Pride, con<br /> scritto il motto ‘Torniamo a fare Rumore’, il sindaco di Roma<br /> Roberto Gualtieri, il presidente della Regione Lazio Nicola<br /> Zingaretti, gli assessori capitolini e i presidenti di<br /> Municipio, e la madrina Elodie. “Siamo 900mila”, hanno<br /> annunciato gli organizzatori al microfono dal carro che apre il<br /> corteo. Applausi e urla si sono levati dalla folla attorno ai<br /> carri. Dal carro arrivato al Colosseo la madrina Elodie ha cantato<br /> il suo singolo ‘Bagno a mezzanotte’. Tra i tanti striscioni che<br /> compaiono nel corteo festante che si è snodato per le vie del<br /> centro di Roma anche quello con su scritto “Insieme da 32 anni”<br /> mentre più in là compariva “La pignatta dei diritti”. La parte<br /> del leone l’ha fatta il carro con le drag queen intitolato<br /> ‘l’esercito della Carrà’. Il corteo ha anche applaudito una<br /> sposa che è passata accanto ai manifestanti. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.