Open: Consulta decide 23/11 ammissibilità conflitto poteri

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Se rileva criticità, udienza preliminare potrà avere lungo stop
Se rileva criticità, udienza preliminare potrà avere lungo stop

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">FIRENZE</span>, 10 <span class="caps">GIU</span> – Nell’ambito del procedimento Open,<br /> la fondazione che animò le iniziative della Leopolda e di Matteo<br /> Renzi, la Corte Costituzionale deciderà il prossimo 23 novembre<br /> l’ammissibilità del conflitto di attribuzioni tra poteri dello<br /> Stato. Lo si è appreso oggi dopo il proseguimento dell’udienza<br /> preliminare, in corso davanti al giudice Sara Farini di Firenze.<br /> La Consulta dovrà decidere se i magistrati fiorentini, che hanno<br /> inserito nel fascicolo dell’inchiesta chat e e-mail di quando<br /> Matteo Renzi era già senatore, avrebbero dovuto chiedere<br /> anticipatamente formale autorizzazione al Senato. Se i giudici<br /> della Corte Costituzionale dovessero dichiarare il conflitto<br /> ammissibile, procederanno alla valutazione della questione nel<br /> merito e la decisione poi arriverà probabilmente nel 2023. In<br /> questo caso, il gup fiorentino Sara Farini potrebbe decidere la<br /> sospensione dell’udienza preliminare, che avrebbe un lungo<br /> slittamento dei tempi. Se invece dichiareranno inammissibile il<br /> conflitto, non si porrà il problema della prosecuzione<br /> dell’udienza preliminare. Per le presunte irregolarità nei<br /> finanziamenti alla fondazione Open, la fondazione nata per<br /> sostenere le iniziative politiche di Renzi, la procura di<br /> Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio di 11 persone, tra cui<br /> l’ex premier oggi senatore di Italia Viva, i parlamentari Maria<br /> Elena Boschi e Luca Lotti, l’ex presidente di Open Alberto<br /> Bianchi e l’imprenditore Marco Carrai. Coinvolte nell’inchiesta<br /> anche quattro società. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.