This content is not available in your region

2.600 assunzioni in più negli atenei con piani straordinari

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dal 2023 a regime, 300 milioni l'anno
Dal 2023 a regime, 300 milioni l'anno

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 07 <span class="caps">GIU</span> – È stato pubblicato, dopo la<br /> registrazione della Corte dei conti, il decreto del ministro<br /> dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa,<br /> contenente i piani straordinari di reclutamento del personale<br /> universitario per gli anni 2022-2026. Grazie al primo piano<br /> straordinario (2022-2023 ma a regime dal 2023), che prevede 300<br /> milioni di euro annui, si potranno assumere almeno 2.600 persone<br /> in più. ll decreto indica i criteri di riparto delle risorse<br /> aggiuntive al Fondo per il finanziamento ordinario delle<br /> università (<span class="caps">FFO</span>) previste dalla legge di bilancio per il 2022 e<br /> specificamente destinate alle assunzioni oltre il turn over. Sono finanziati 4 piani straordinari, il primo dei quali, a<br /> regime dal 2023, conta su 300 milioni di euro annui (cui si<br /> aggiungono 75 milioni destinati al costo dell’ultimo trimestre<br /> di quest’anno). Gli altri piani straordinari ammontano a 340<br /> milioni dal 2024, 50 milioni dal 2025 e ulteriori 50 milioni a<br /> decorrere dal 2026. Sono risorse destinate all’assunzione di<br /> professori universitari, di ricercatori, di personale<br /> tecnico-amministrativo delle università con l’obiettivo di<br /> migliorare, per raggiungere gli standard europei, il rapporto<br /> tra numero di studenti e personale docente e non docente, con<br /> particolare attenzione alle aree scientifiche e tecnologiche<br /> (Stem). (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.