This content is not available in your region

In Ucraina si combatte a Severodonetsk, i russi avanzano nel Donbass

Access to the comments Commenti
Di Gioia Salvatori
La guerra in Ucraina
La guerra in Ucraina   -   Diritti d'autore  Natacha Pisarenko/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved   -  

Quelle che vedete sono le immagini di Slovyansk nel Donbass. Nella regione dell'est ucraino ricca di materie prime e terre rare i russi avanzano puntando alla conquista. 

Per Mosca gli ucraini si stanno ritirando da Severodonetsk

Secondo Mosca le truppe ucraine si stanno ritirando da Severodonetsk sul campo restano decine e decine di soldati. Dall'altro fronte, da Kiev, arriva la notizia che la 35esima armata russa è stata distrutta a Izyum ma l'avanzata nel Donbass non viene negata.

"Nella direzione di Donetsk - dice Oleksandr Shtupun, Portavoce di Stato Maggiore delle Forze Armate       dell'Ucraina -  il nemico sta bombardando le posizioni delle nostre truppe lungo l'intera linea di contatto con mortai, cannoni e razzi. Utilizza l'aviazione e l'esercito. Gli sforzi principali si concentrano sulle direzioni di Severodonetsk e Bakhmut, a Severodonetsk sono notevoli gli attacchi dell'artiglieria".

Distrutto un monastero del sedicesimo secolo a Svyatogorsk Lavra

Nell'oblast di Donetsk, dice la chiesa ortodossa ucraina, è stato distrutto pure il monastero della Santa dormizione, gioiello del sedicesimo secolo di Svyatogorsk Lavra. Ma questo la propaganda russa, che nelle ultime ore ha diffuso video di attacchi aerei, non lo racconta. Racconta invece che "Missili lanciati dall'aria ad alta precisione hanno colpito un centro di addestramento di artiglieria delle forze armate ucraine vicino al villaggio di Stetskivka nella regione di Sumy -  dice Igor Konashenkov, portavoce del ministero della difesa - In questo centro, istruttori stranieri hanno addestrato i militari ucraini a operare e dirigere il fuoco di obici M777 da 155 mm. Inoltre, una base di mercenari stranieri nell'area di Dachne, nella regione di Odessa, è stata distrutta a seguito di un attacco missilistico". 

Nella città di Mariupol, comunica il sindaco, ci sarebbe inoltre un'altra nave russa pronta a partire con un carico di acciaio ucraino.

4 stranieri uccisi in Ucraina

Intanto la legione internazionale per la difesa dell'Ucraina, organismo ufficiale dei volontari stranieri, ha fatto sapere che 4 dei suoi membri sono stati uccisi in non meglio specificate circostanze. Si tratta di un cittadino dei Paesi Bassi, di un francese, un australiano e un tedesco.

Proprio la Francia oggi è stata protagonista di una disputa a distanza tra Parigi e Kiev. Il presidente Emmanuel Macron infatti ha sottolineato, durante un'intervista ai giornali regionali, la necessità di "Non umiliare Putin", sebbene abbia compiuto "un errore storico", in modo da poter trovare una soluzione diplomatica una volta che i combattimenti cesseranno in Ucraina. Dmytro  Kuleba, ilministro degli esteri ucraino, ha replicato che così dicendo la Francia umilia se stessa "Sarebbe meglio che tutti ci concentrassimo su come rimettere la Russia al suo posto. Questo porterebbe pace e salverebbe vite", ha aggiunto il ministro. 

Dall'ambasciata russa accuse all'Italia di russofobia

L'ambasciata russa a Roma denuncia una "crescente" campagna russofoba mirata "attraverso media, banche e istituzioni" a discriminare i cittadini russi residenti in Italia e ad alimentare "sentimenti anti-russi" tra la popolazione. Ed è scontro con il ministro Luigi Di Maio che dice basta "alla mistificazione della realtà e alle provocazioni" e difende il "lavoro egregio" della stampa italiana "mentre in Russia è vietato parlare di guerra". Nonostante la politica italiana, in primis il premier Mario Draghi, tenti di tenere aperto il dialogo con Mosca pur denunciandone l'aggressione dell'Ucraina, l'ambasciata guidata da Sergey Razov ha pubblicato sul suo profilo Facebook stralci di un rapporto del Ministero degli Affari Esteri "sulle violazioni dei diritti dei cittadini russi e dei connazionali all'estero". Ieri il ministero degli Esteri russo era tornato a rinfacciare a Roma "una linea di comportamento servile e miope" nonostante l'aiuto fornito dal Cremlino durante il Covid.

Inutili finora sono stati gli sforzi della diplomazia per cercare la pace, questo sabato anche il papa ha fatto sapere che vorrebbe andare in Ucraina ma che aspetta il momento opportuno.