This content is not available in your region

Ucraina: Toti, armatori Cosulich contattati da consolato russo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dopo il caso della nave Tzarevna
Dopo il caso della nave Tzarevna

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 02 <span class="caps">GIU</span> – “Pare che gli armatori Fratelli<br /> Cosulich siano stati contattati dal consolato russo di Genova,<br /> che gli ha detto che la nazionalizzazione della nave ‘Tzarevna’<br /> nel porto di Mariupol probabilmente si è trattato di un mezzo<br /> equivoco e che li avrebbero messi in contatto con un<br /> rappresentante della Repubblica del Donetsk ancorché non<br /> riconosciuta internazionalmente per vedere di trovare una strada<br /> possibile e che il sequestro non sarebbe andato a finire come<br /> sembrava ieri pomeriggio”. Lo riporta il presidente della<br /> Regione Liguria Giovanni Toti a ‘Mattino Cinque’ su Canale 5 a<br /> seguito di un colloquio telefonico nella notte con<br /> l’amministratore delegato della società armatoriale genovese<br /> Fratelli Cosulich Augusto Cosulich sul caso della nave bloccata<br /> dal 24 febbraio nel porto di Mariupol con un carico di bramme di<br /> acciaio in attesa di partire per l’Italia. “La Repubblica del Donetsk di fatto non è riconosciuta da<br /> nessuna autorità quindi veramente stiamo parlando di un atto<br /> privo di ogni copertura di diritto internazionale – sottolinea<br /> Toti – noi ci siamo mossi immediatamente, ho sentito il ministro<br /> degli Affari Esteri Luigi Di Maio che si è a sua volta<br /> attivato”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.