This content is not available in your region

Uccise figlioletto e smembrò madre, condannata all'ergastolo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Processo riprende domani
Processo riprende domani

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 23 <span class="caps">MAG</span> – E’ stata condannata all’ergastolo<br /> Giuliana Stanganini, la donna accusata di avere ucciso a Genova<br /> il figlioletto di tre anni nel novembre 2019 e dell’omicidio<br /> della madre, Loredana Stuppazzoni, in pieno lockdown e di cui<br /> poi smembrò il corpo per nasconderlo. I pubblici ministeri<br /> Sabrina Monteverde e Stefano Puppo avevano chiesto la condanna a<br /> 30 anni di reclusione. Per la procura la Stanganini non avrebbe<br /> alcun vizio di mente. I pm non hanno contestato la<br /> premeditazione, nonostante la donna avesse fatto ricerche online<br /> sull’infanticidio perché le ricerche risalivano a un mese prima<br /> della morte del piccolo. La donna è accusata di duplice omicidio, distruzione e<br /> occultamento di cadavere, ma anche maltrattamenti e utilizzo<br /> fraudolento del bancomat della madre. L’avvocato difensore<br /> Chiara Mariani aveva chiesto l’assoluzione nel merito per<br /> infermità mentale. “Ce lo aspettavamo – ha detto il legale – ma<br /> riteniamo la sentenza estremamente ingiusta. Aspettiamo le<br /> motivazioni per fare appello. Non capiamo però perché il giudice<br /> abbia tenuto fuori le parti civili e abbia letto la sentenza in<br /> maniera da non farsi capire dalla mia assistita che ha problemi<br /> uditivi. Aspettiamo con ansia le motivazioni anche perché il<br /> giudice ha dato più di quanto chiesto dalla procura”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.