This content is not available in your region

Biden, dalla Corea del Sud al Giappone, il suo primo viaggio asiatico

Access to the comments Commenti
Di euronews e ansa
Biden in Corea del Sud
Biden in Corea del Sud   -   Diritti d'autore  Evan Vucci/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved   -  

È arrivato in Giappone il presidente statunitense Joe Biden, nella seconda e ultima tappa del suo primo tour asiatico, il primo scalo è stato in Corea del Sud dove si è intrattenuto anche con l'ad della Hyundai e dove ha rassicurato sul fatto di essere pronto a tutto qualora la Corea del Nord possa sfoderare qualche sorpresa. Nella giornata di lunedì sarà ricevuto al palazzo imperiale dall'Imperatore Naruhito, e poi vedrà il premier nipponico Kishida nel corso di un incontro bilaterale, per poi presenziare martedì al vertice dei Quad cioè   l'alleanza strategica informale siglata tra Australia, Giappone, India e Stati Uniti in funzione anti-Pechino, al quale parteciperanno anche il premier indiano Modi e il suo omologo australiano, fresco di elezione, Anthony Albanese.

Un viaggio per il rafforzamento della cooperazione con l'Asia

Obiettivo del viaggio è l' ulteriore rafforzamento della cooperazione tra Giappone e Stati Uniti, a fronte della sempre maggiore instabilità globale, e un coordinamento più esteso tra le potenze regionali dell'Asia-Pacifico. Nella sua prima visita nel Paese del Sol Levante dall'inizio del suo mandato, il presidente americano discuterà col premier nipponico Fumio Kishida di sicurezza, delle misure da adottare in funzione della guerra in corso in Ucraina, dello stato dell'economia e degli obiettivi comuni tra le superpotenze che riguardano i cambiamenti climatici, e anche di prospettive sul disarmo nucleare.

La paura dell'espansionismo cinese

I due leader affronteranno inoltre l'incognita che più allarma Tokyo e che rende il Giappone ben asservito alle volontà di Washington: l'espansionismo della vicina Cina, in particolare le attività nel Mar Orientale cinese, aggravate dalle dispute territoriali mai risolte tra i due Paesi vicini, e che - con ogni probabilità - si trasformeranno in accordi di rafforzamento della capacità di deterrenza militare del Giappone. Sul tavolo dei colloqui anche la minaccia nucleare della Corea del Nord, in scia alle recenti provocazioni del regime di Pyongyang, e un tentativo di avvicinamento tra le diplomazie di Tokyo e Seul dopo il gelo degli ultimi anni.