Mali: il fratello di Rocco, intervenga lo Stato

Access to the comments Commenti
Di ANSA
'Sappiamo che chi ha rapito nostri familiari è molto pericoloso'
'Sappiamo che chi ha rapito nostri familiari è molto pericoloso'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CARATE</span> <span class="caps">BRIANZA</span> (<span class="caps">MONZA</span>), 21 <span class="caps">MAG</span> – “Abbiamo paura<br /> perché sappiamo che chi ha preso i nostri familiari è molto<br /> pericoloso”: Vito Langone, raggiunto dall’<span class="caps">ANSA</span>, ha espresso così<br /> tutta la sua preoccupazione per il fratello Rocco, la moglie<br /> Donata e il loro figlio Giovanni rapiti in Mali. “Chiedo allo Stato italiano che li faccia tornare a casa al<br /> più presto” ha aggiunto spiegando che l’altro figlio di Rocco,<br /> Daniele, “dovrebbe essere partito stamattina per la Farnesina”.<br /> Siamo in attesa. Fino ad ora non ci hanno fatto sapere ancora<br /> niente” ha proseguito Vito Langone raccontando che Rocco,<br /> operaio, si è trasferito in Mali dopo essere andato in pensione. La casa di famiglia di Rocco e Donata a Triuggio, paese di<br /> circa 9mila abitanti in Brianza, non è abitata da tempo e ha<br /> finestre sbarrate, erba alta e ragnatele. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.