Calci e pugni a un 17enne, a Parma denunciati cinque minori

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Lite tra vittima e uno degli aggressori cominciata a scuola
Lite tra vittima e uno degli aggressori cominciata a scuola

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 18 <span class="caps">MAG</span> – I carabinieri della stazione di<br /> Busseto, in provincia di Parma, hanno denunciato cinque giovani,<br /> tra i 16 e i 17 anni, per lesioni nei confronti di un coetaneo.<br /> Tutto è cominciato all’interno della classe di un Istituto<br /> scolastico di Parma, dove un 17enne, per motivi banali, viene<br /> afferrato al collo da un compagno. All’uscita della scuola, lo<br /> studente si accorge che, fuori dal cancello, ci sono due<br /> coetanei, tra cui quello con cui ha avuto lo screzio, che lo<br /> aspettano. I giovani lo raggiungono ed iniziano a picchiarlo,<br /> fino a quando un professore, attirato dalle grida, allontana gli<br /> aggressori e calma l’alunno spaventato. A questo punto il 17enne, dopo essersi ripreso, si dirige<br /> verso casa ma durante il tragitto viene nuovamente aggredito con<br /> calci e pugni dai due ragazzini, a cui si aggiungono altri tre<br /> giovani. Solo grazie all’intervento di un barista, che aveva<br /> notato la scena, i cinque si fermano e scappano via. Al<br /> ragazzino ferito, con escoriazioni alle mani ed un taglio<br /> all’orecchio (durante lo scontro gli è stato strappato<br /> l’orecchino) non rimane quindi che andare al pronto soccorso – da dove viene dimesso con una prognosi di 10 giorni – e da lì a<br /> fare denuncia ai carabinieri, in compagnia della madre. In<br /> seguito alle indagini, grazie anche ad alcuni testimoni, i<br /> militari hanno identificato i cinque presunti aggressori, tutti<br /> residenti in provincia, e per loro è scattata la denuncia alla<br /> Procura dei minori di Bologna. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.