This content is not available in your region

Mariupol, iniziata l'evacuazione dei militari da Azovstal

Access to the comments Commenti
Di Euronews
264 soldati sono stati evacuati dall'acciaieria.
264 soldati sono stati evacuati dall'acciaieria.   -   Diritti d'autore  Dmytro 'Orest' Kozatskyi/Azov Special Forces Regiment of the Ukrainian National Guard Press Office   -  

All'acciaieria Azovstal di Mariupol è iniziata la resa dei militari. Dopo settimane di assedio, 264 soldati sono stati evacuati dal complesso industriale. I 53 feriti sono stati trasportati in ospedale e altri 211 militari sono stati trasportati a Olenivka, nel territorio controllato dai separatisti filorussi di Donetsk.

Ora il presidente ucraino Volodymyr Zelensky vuole riportare i soldati in patria tramite uno scambio di prigionieri. Il leader ucraino ha giustificato la scelta di dare l'ordine ai soldati di arrendersi tramite un video: "l'Ucraina ha bisogno di eroi vivi, e penso che ogni persona giudiziosa capirà queste parole".

A difficult day. But this day, like all others, is aimed precisely at saving our country and our people. Regarding the situation in Mariupol. Thanks to the actions of the Ukrainian military - the Armed Forces of Ukraine, intelligence, the negotiating team, the International Committee of the Red Cross and the United Nations, we hope that we will be able to save the lives of our guys. Among them are the seriously wounded, they are being provided with medical aid. I want to emphasize: Ukraine needs Ukrainian heroes alive. This is our principle. I think that every adequate person will understand these words.

Posted by Володимир Зеленський on Monday, May 16, 2022

Più di 300 civili nascosti nei tunnel sotterranei erano già stati evacuati nelle scorse settimane.

Il complesso industriale di epoca sovietica rappresentava l'ultima sacca di resistenza ucraina a Mariupol. Ora la città portuale sul Mar d'Azov è totalmente sotto il controllo russo.

La controffensiva di Kiev avanza

Kiev però guadagna terreno altrove. La controffensiva ucraina prosegue sur fronte nord-est, nella regione di Kharkiv, dove le forze di Kiev rivendicano di aver ripreso il controllo fino al confine con la Russia.

Per Mosca però la ritirata potrebbe anche essere una manovra per concentrare gli sforzi sul Donbass, dove prosegue l'offensiva russa.