This content is not available in your region

A coppia violinisti russo-ucraina Premio Pace 2022

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Consegnato nella sede italiana del Parlamento Europeo a Roma
Consegnato nella sede italiana del Parlamento Europeo a Roma

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">SANREMO</span>, 12 <span class="caps">MAG</span> – La coppia di violinisti Ksenia<br /> Milas e Oleksandr Semchuk, lei di origine russa, nata a<br /> Volgograd e cresciuta a San Pietroburgo, lui ucraino, nato a<br /> Ivano-Frankivs’k, ha ottenuto il Premio internazionale Buone<br /> pratiche, per la sezione Pace, la cui cerimonia di assegnazione<br /> si svolge il 12 maggio alla sede italiana del Parlamento Europeo<br /> a Roma.<br /> Ksenia e Oleksandr hanno suonato in una ventina di concerti, da<br /> marzo ad oggi, in diverse località italiane e con prima tappa il<br /> Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, dove lo scorso 3 marzo<br /> è decollata l’iniziativa, in partnership con la Croce Rossa, che<br /> ha come obiettivo dare un contributo all’emergenza in Ucraina. “Il nostro progetto ‘Musica per la Pace-Musica che unisce’ – afferma Oleksandr – è un segno innanzitutto della compassione,<br /> di condivisione dei valori trasversali ed essenziali umani.<br /> Proprio per questo motivo, ogni centesimo raccolto, i nostri<br /> cachet inclusi, è devoluto all’emergenza Ucraina. Perché secondo<br /> noi, qualsiasi giustificazione, ma anche qualsiasi ‘neutralità’<br /> per l’aggressione, equivale a sostenere tacitamente l’omicidio<br /> di massa degli ucraini”. E prosegue: “Il nostro sguardo di oggi è rivolto al futuro,<br /> quando la nostra terra sarà libera dai aggressori. Capisco che<br /> parlare ora della riconciliazione è veramente troppo prematuro,<br /> molte ferite dolorose, profonde sono ancora aperte”. Conclude<br /> Oleksandr: “Questo premio non lo consideriamo come nostro, ma è<br /> di tutti i direttori artistici e dei professori di orchestra,<br /> che hanno creduto e in noi e che hanno condiviso con noi il<br /> palco. Non solo, è anche di tutte quelle persone che sono venute<br /> in sala, pagando il biglietto, dando così il proprio<br /> contributo”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.