Usa: la Camera approva i 39,8 miliardi di dollari di aiuti per l'Ucraina annunciati da Biden

Access to the comments Commenti
Di Euronews World
Parola di Nancy Pelosi, parola del Congresso.
Parola di Nancy Pelosi, parola del Congresso.   -   Diritti d'autore  NICHOLAS KAMM/AFP or licensors   -  

La Camera dei Rappresentanti del Congresso americano, presieduta da Nancy Pelosi (82 anni), ha approvato martedì sera 39,8 miliardi di dollari di aiuti all'Ucraina.

La legge è passata con 368 voti favorevoli e 57 contrari. Ora passerà al Senato e poi sulla scrivania del presidente Joe Biden per la firma.

Manuel Balce Ceneta/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Nancy Pelosi, speaker della Camera al Congresso Usa, esce dall'Ala Ovest della Casa Bianca. (10.5.2022)Manuel Balce Ceneta/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Al Senato l'approvazione sarà una formalità, come ha annunciato Il leader democratico Chuck Schumer (71 anni): "Daremo il via libera al pacchetto di aiuti il più presto possibile".

J. Scott Applewhite/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Chuck Schumer, leader dei Democratici al Senato americano. (10.5.2022)J. Scott Applewhite/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Oltre a 6 miliardi di dollari per l'assistenza alla sicurezza come l'addestramento e le armi, la legge include 8,7 miliardi di dollari per ricostituire le scorte americane di attrezzature inviate in Ucraina e 3,9 miliardi di dollari per la missione e il supporto di intelligence.
La legge prevede anche 2 milioni di dollari per il supporto tecnico e normativo all'agenzia di regolamentazione nucleare dell'Ucraina e più di 5 miliardi di dollari per affrontare l'insicurezza alimentare causata dal conflitto. Altri 900 milioni di dollari andranno ad aiutare i rifugiati arrivi ucraini con alloggi e altro supporto.

La nuova legge porta il sostegno americano per l'Ucraina a quasi 54 miliardi di dollari, compresi i 13,6 miliardi di dollari di sostegno che il Congresso aveva già approvato a marzo.

Il totale è circa 6 miliardi di dollari in più di quanto gli Stati Uniti hanno speso per tutti i loro aiuti esteri e militari nel 2019.