Nuove accuse a Palamara, anche "affare molto vantaggioso"

Access to the comments Commenti
Di ANSA
I due si sarebbero incontrati in discoteca, poi abuso in auto
I due si sarebbero incontrati in discoteca, poi abuso in auto

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 09 <span class="caps">MAG</span> – Nuove accuse di corruzione, per<br /> l’esercizio della funzione e in atti giudiziari, per l’ex<br /> consigliere del Csm Luca Palamara da parte della Procura di<br /> Perugia. L’ex consigliere del Csm e sostituto procuratore a Roma<br /> è infatti accusato di avere messo a disposizione di due<br /> imprenditori “le sue funzioni e i suoi poteri” in cambio, tra<br /> l’altro, della partecipazione a “un affare molto vantaggioso”,<br /> dell’uso gratuito di uno scooter, del pagamento di alcune multe<br /> e di soggiorni a Capri e a Roma. Reati per i quali i pm del<br /> capoluogo umbro hanno depositato l’avviso di conclusione delle<br /> indagini nei confronti dell’ex magistrato, di Leonardo Manfredi<br /> Ceglia e a Federico Aureli. In particolare Aureli è accusato – in base alle indagini della<br /> guardia di finanza – di aere fatto partecipare Palamara “ad un<br /> affare molto vantaggioso” concedendogli la possibilità di essere<br /> “socio occulto” della Kando beach con sede ad Olbia, in Costa<br /> Smeralda. La quota dell’ex consigliere del Csm sarebbe stata<br /> intestata a un commercialista “amico di lunga data” di Palamara.<br /> La Kando beach – sempre secondo la ricostruzione accusatoria – aveva quindi rilevato un bar-caffè presso la spiaggia di Porto<br /> Istana. Dall’avviso di conclusione delle indagini emerge che l’ex<br /> magistrato “senza avere corrisposto alcun importo” partecipava<br /> alla gestione percependo gli utili. Palamara, attraverso le sue<br /> funzioni, si era quindi interessato alle procedure<br /> amministrative relative all’attività del bar. E’ accusato poi di<br /> avere “favorito il buon esito” di un procedimento penale al<br /> tribunale di Roma a carico di due congiunti di Aureli. Fatti<br /> collocati tra l’ottobre 2016 e il maggio 2019. Ceglia, come legale rappresentante di una società, deve invece<br /> rispondere di avere offerto a Palamara quattro soggiorni in<br /> strutture ricettive a Capri e “diversi” a Roma. Questo per<br /> “favorire il buon esito” di un procedimento penale nei confronti<br /> di Ceglia e di alcuni congiunti, nonché di una causa di<br /> separazione. Le indagini sono state coordinate dai sostituti Gemma Miliani<br /> e Mario Formisano. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.