Donna uccisa da fratello: colpita con almeno 17 coltellate

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Prima ricognizione si cadavere, nei prossimi giorni autopsia
Prima ricognizione si cadavere, nei prossimi giorni autopsia

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 02 <span class="caps">MAG</span> – Alice Scagni, la donna uccisa ieri<br /> sera nel quartiere residenziale di Quinto a Genova dal fratello<br /> Alberto, è stata colpita da almeno 17 coltellate. È quanto<br /> emerso dalla prima ricognizione fatta sul corpo dal medico<br /> legale Sara Lo Pinto che nei prossimi giorni effettuerà<br /> l’autopsia. La donna era sposata e aveva una figlia di un anno e<br /> quattro mesi. Secondo le prime informazioni raccolte dagli<br /> investigatori della squadra mobile, coordinati dalla procura,<br /> Alberto Scagni avrebbe colpito dopo l’ennesima richiesta di<br /> soldi alla sorella. L’uomo, 42 anni, era disoccupato. I rapporti<br /> con Alice erano tesi da tempo. Scagni, leggendo i suoi post sui<br /> social, stava covando da settimane rancore ma anche una forma di<br /> mania persecutoria: era convinto che qualcuno lo spiasse, tanto<br /> che aveva anche fatto bonificare il suo appartamento a<br /> Sampierdarena da eventuali microspie. Un paio di giorni fa aveva<br /> pubblicato una sua foto con alle spalle una mazza da baseball e<br /> un coltello. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.