Spiagge sarde depredate, 700 conchiglie in valigia

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Scoperta dell'Agenzia delle Dogane e Gdf in aeroporto a Cagliari
Scoperta dell'Agenzia delle Dogane e Gdf in aeroporto a Cagliari

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 28 <span class="caps">APR</span> – Circa 700 conchiglie asportate<br /> dai litorali sardi e, in particolare, dalle spiagge di Bosa<br /> Marina (Oristano) e del Poetto (Cagliari) sono state<br /> intercettate e sequestrate dai funzionari dell’Agenzia delle<br /> Dogane e Monopoli (Adm) e dalla Guardia di Finanza nei bagagli<br /> di alcuni turisti in partenza all’aeroporto “M. Mameli” di<br /> Cagliari-Elmas.<br /> Nonostante le campagne di informazione sui social, sulla stampa<br /> e in Tv, la cartellonistica affissa presso porti e aeroporti<br /> nonché sulle spiagge, con la ripresa dei flussi turistici, si<br /> assiste nuovamente a comportamenti irresponsabili di vacanzieri<br /> che asportano ciottoli, sabbia e conchiglie dai litorali<br /> isolani, tutelati dalla legge regionale del 2017 che ne vieta<br /> espressamente l’asportazione, la detenzione, la vendita anche di<br /> piccole quantità, prevedendo la sanzione amministrativa che va<br /> da 500 a 3.000 euro.<br /> Solo la scorsa estate, dal mese di luglio al mese di settembre,<br /> i funzionari Adm, sempre nello scalo di Elmas, hanno sequestrato<br /> circa 5.400 pezzi tra conchiglie e ciottoli, comminando sanzioni<br /> a una ventina di turisti che volevano portare a casa i preziosi<br /> souvenir prelevati dalle più belle spiagge sarde. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.