This content is not available in your region

Maxi truffa con schema Ponzi, sorella ex broker è indigente

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Legale principale accusato pronto a chiedere scarcerazione
Legale principale accusato pronto a chiedere scarcerazione

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 27 <span class="caps">APR</span> – Sarà presentata in queste ore la<br /> richiesta di mitigazione della misura cautelare inflitta all’ex<br /> broker finanziario Roberto Diomedi, 51 anni di Sinnai, che nei<br /> giorni scorsi ha risposto per due ore e mezzo alle domande della<br /> giudice per le indagini preliminari Ermengarda Ferrarese,<br /> provando a dare una spiegazione sulla sua attività e ribadendo<br /> di essere autorizzato da concessioni ottenute in Inghilterra.<br /> Rigetta l’accusa di essere la mente di una truffa con lo “schema<br /> Ponzi” che avrebbe creato un maxi raggiro da 4 milioni di mezzi<br /> di euro ai danno di migliaia di investitori.<br /> Nel frattempo la giudice ha alleggerito il provvedimento<br /> restrittivo nei confronti della sorella Barbara Diomedi: non più<br /> i domiciliari ma l’obbligo di dimora per consentirle di<br /> sostenere sé e i due figli. La donna, infatti, come ha<br /> dimostrato il legale Pierandrea Setzu vive di fatto in uno stato<br /> di indigenza, aiutata anche dalle associazioni di volontariato.<br /> Difeso dall’avvocato Antonello Garau, l’ex borker finanziario è<br /> rinchiuso da alcuni giorni nel carcere di Uta, dopo l’arresto<br /> avvenuto su ordine di custodia cautelare del gip non appena<br /> atterrato all’aeroporto di Elmas. A coordinare le indagini della<br /> Guardia di Finanza e della Polizia Postale c‘è la sostituta<br /> procuratrice Diana Lecca che ipotizza, a vario titolo e a<br /> ciascuno per le proprie imputazioni, reati che vanno<br /> dall’associazione a delinquere finalizzata all’abusivismo<br /> finanziario, alla truffa, ma anche il riciclaggio e<br /> l’autoriciclaggio. Per la Procura il gruppo (gli indagati sono<br /> 12, sei dei quali raggiunti da misure cautelari) avrebbe messo<br /> in piedi uno “schema Ponzi” con le vittime che venivano attirate<br /> a investire con la promessa di interessi anche del 5% mensile<br /> che a fine anno però non si era concretizzato. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.