This content is not available in your region

Il Vaticano scagiona Dziwisz da accuse copertura abusi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Segretario Giovanni Paolo II, grato a S.Sede, denunce immeritate
Segretario Giovanni Paolo II, grato a S.Sede, denunce immeritate

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – CITTÀ <span class="caps">DEL</span> <span class="caps">VATICANO</span>, 22 <span class="caps">APR</span> – Le accuse di copertura<br /> di abusi contro il cardinal Stanislaw Dziwisz, lo storico<br /> segretario di Giovanni Paolo II, vengono archiviate dal<br /> Vaticano. Oggi la Nunziatura in Polonia, con una comunicazione<br /> diffusa a Cracovia, ha informato che “la Santa Sede ha esaminato<br /> la documentazione consegnata dal card. Angelo Bagnasco,<br /> arcivescovo emerito di Genova, raccolta durante la sua vista in<br /> Polonia avvenuta nei giorni 17-26 giugno 2021, il cui scopo era<br /> la verifica di alcune questioni legate alle attività del card.<br /> Stanislaw Dziwisz durante il suo ministero in qualità di<br /> arcivescovo metropolita di Cracovia (2005-2016). L’analisi della<br /> documentazione raccolta ha permesso di valutare queste attività<br /> del card. Dziwisz come corrette e pertanto la Santa Sede ha<br /> stabilito di non procedere oltre”. Soddisfazione viene espressa dal cardinale polacco che si era<br /> sempre dichiarato innocente e che aveva lui stesso sollecitato<br /> una Commissione indipendente sulla questione. “Esprimo la mia<br /> gratitudine a tutti coloro che hanno contribuito a rispondere in<br /> modo responsabile alle accuse sollevate contro di me durante il<br /> mio ufficio di arcivescovo di Cracovia”, sottolinea riferendo<br /> che con la sua visita a nome della Santa Sede, il card. Bagnasco<br /> (ex arcivescovo di Genova ed ex presidente della Cei) “si è<br /> adoperato per chiarire le suddette accuse, per me così<br /> immeritate e dolorose. Mi auguro che l’annuncio della Nunziatura<br /> apostolica in Polonia oggi pubblicato contribuisca non solo a<br /> chiarire la questione, ma anche a riportare la serenità in tutti<br /> coloro che si sono sentiti offesi dalle accuse sollevate contro<br /> di me. Sono molto grato alla Santa Sede per il giusto giudizio<br /> riguardo al caso”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.