This content is not available in your region

La Grecia anticipa l'estate

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Le imprese turistiche greche sperano di tornare al giro d'affari abituale dopo due anni condizionati dalla crisi sanitaria
Le imprese turistiche greche sperano di tornare al giro d'affari abituale dopo due anni condizionati dalla crisi sanitaria   -   Diritti d'autore  Petros Giannakouris/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.   -  

La Grecia ha deciso di iniziare molto presto la stagione turistica, con la speranza di anticipare la concorrenza e attirare viaggiatori dai Paesi del Nord Europa. Una strategia che sembra funzionare, secondo quanto affermato dal ministro del Turismo greco Vassilis Kikilias in un'intervista televisiva: i dati forniti dal ministro evidenziano un buon tasso di occupazione nelle città principali, Atene e Salonicco, e delle altre strutture ricettive del Paese nelle vacanze di Pasqua

La guerra, dopo il Covid19

Il governo di Atene vuole favorire la ripresa del settore turistico, dopo due stagioni pesantemente condizionate dalla pandemia di Covid19. Nel 2020 le presenze sono diminuite del 30% rispetto al 2019, senza tornare ai livelli precedenti alla crisi l'anno successivo.

Quest'anno le preoccupazioni sono legate alle assenze di centinaia di migliaia di turisti russi, per cui il Paese è da tempo meta abituale, ma anche all'aumento dei prezzi che potrebbe ridurre il potere d'acquisto delle famiglie europee e spingerle a risparmiare sulle vacanze.

Secondo il presidente dell'Associazione delle imprese turistiche greche, comunque, al momento i dati di Google mostrano che la ricerca di località turistiche greche è aumentata in modo significativo in Paesi come il Regno Unito e la Germania. Proprio una turista tedesca spiega il suo desiderio di visitare ancora il Paese:

"Abbiamo deciso di andare in Grecia perché siamo andati in Grecia prima della crisi della corona e abbiamo avuto bei ricordi, e pensavamo solo di tornare in Grecia come inizio post corona e dopo la crisi. È una bella sensazione essere tornati", dice Sigurd Rosemeyer.

Le speranze dei commercianti

"Speriamo che questa stagione sia migliore delle due precedenti, segnate da presenze vicine allo zero. Dai primi segnali che abbiamo sembra sia così, ma nessuno può prevedere gli sviluppi futuri", dice Nikos Makropoulos, proprietario di un negozio turistico.

Lo stesso cauto ottimismo si registra nelle parole di Andonis Maris, titolare di una gioielleria: "Siamo partiti con ottime aspettative, ma la guerra in Ucraina e l'aumento dei prezzi non ci aiutano".

Il governo greco ha stanziato 800 milioni di euro di aiuti di Stato per supportare le imprese turistiche colpite dalla crisi sanitaria, che ora sperano di poter camminare con le proprie gambe.

Come ogni anno, nei mesi primaverili ed estivi, ci sarà da affrontare la concorrenza di Turchia e Spagna, che cercano anch'esse di attirare turisti dai Paesi del Nord Europa offrendo climi simili a quelli della Grecia e altrettanto rinomate località balneari.