This content is not available in your region

Clima:ghiacciaio Calderone 'al lumicino',ne restano 25 metri

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Cnr-Università Venezia su corpo glaciale più meridionale Europa
Cnr-Università Venezia su corpo glaciale più meridionale Europa

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">VENEZIA</span>, 14 <span class="caps">APR</span> – Circa 25 metri di ghiaccio<br /> nascosto da una coltre di pietre all’ombra delle pareti del Gran<br /> Sasso: è quanto rimane del Calderone, il corpo glaciale più<br /> meridionale d’Europa e unico degli Appennini, secondo i dati<br /> forniti dal georadar che ne ha percorso la superficie nei giorni<br /> scorsi, nell’ambito di una campagna di rilevamento e di raccolta<br /> di campioni di ghiaccio in situ. A dirlo è la ricognizione<br /> organizzata da Cnr e Università Ca’ Foscari Venezia con esperti<br /> di Ingv e Università di Padova in vista del carotaggio previsto<br /> per fine aprile.Se le carote di ghiaccio del Calderone si<br /> dimostreranno un archivio sufficientemente conservato, potranno<br /> ambire a essere custodite per decenni nel ‘santuario’ dei<br /> ghiacciai montani in sofferenza che sarà realizzato dal<br /> programma internazionale Ice Memory. L’attività di ricerca sul<br /> Gran Sasso, organizzata da Cnr-Isp e Università Ca’ Foscari<br /> Venezia in collaborazione con esperti dell’Istituto Nazionale di<br /> Geofisica e Vulcanologia (Ingv), dell’Università degli Studi di<br /> Padova e della società Engeoneering Srls, è stata resa possibile<br /> grazie al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Un primo profilo<br /> radar elaborato dai ricercatori Ingv ha rivelato una fotografia<br /> chiara: sotto i detriti c‘è una parte di ghiaccio misto a pietre<br /> e poi alcuni metri di ghiaccio apparentemente più ‘pulito’.<br /> “Secondo recenti stime, il Calderone perde ogni anno mediamente<br /> un metro di spessore. La riduzione del volume di ghiaccio ancora<br /> presente, nei prossimi anni potrebbe privare l’area di una<br /> preziosa fonte di accumulo idrico”, afferma Carlo Barbante,<br /> direttore Cnr-Isp (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.