This content is not available in your region

Il cerchio si stringe su Mariupol, 20.000 vittime civili

Access to the comments Commenti
Di Annalisa Cappellini
Mariupol, la città portuale distrutta.
Mariupol, la città portuale distrutta.   -   Diritti d'autore  AP/Satellite image ©2022 Maxar Technologies   -  

Mariupol è completamente distrutta dopo 49 giorni di assedio da parte delle forze russe. Sono almeno 20.000 i civili uccisi nella città portuale dall'inizio dell'invasione secondo i calcoli di Kiev, dove più di 100.000 abitanti sono ancora intrappolati. A Mariupol si aspettano ancora soccorsi e aiuti umanitari, che faticano ad arrivare perchè i corridoi umanitari sono rari o mal funzionanti.

AP/Satellite image ©2022 Maxar Technologies
Mariupol.AP/Satellite image ©2022 Maxar Technologies

La situazione a Mariupol è complessa anche dal punto di vista umanitario. Più di mille soldati ucraini si sarebbero arresi, secondo il portavoce del ministero della difesa russo, che ha pubblicato delle immagini in cui alcuni militari di Kiev si consegnano a Mosca. L'Ucraina invece ribadisce più che mai la sua determinazione a portare a termine il combattimento per la città assediata. "La battaglia per Mariupol continua", ha dichiarato in un video Oleksandr Shtupun, portavoce dell'esercito ucraino, "nonostante l'offensiva nemica nei pressi del complesso metallurgico di Azovstal". L'impianto siderurgico è una base operativa strategica per diverse migliaia di combattenti ucraini rimasti nella città.

Mosca si prepara all'attacco finale

Recenti immagini satellitari pubblicate da Maxar Technologies mostrano invece uno spiegamento di truppe e carrarmati qualche chilometro più in là, dal lato russo della frontiera. Le forze di Mosca sono probabilmente in attesa dell'attacco finale sul Donbass, che potrebbe scattare nelle prossime ore.

Proprio per paura di un ennesimo bombardamento, gli abitanti della regione, quando è possibile, fuggono. Kramatorsk, dove la settimana scorsa un missile caduto sulla stazione ha ucciso 50 civili, è ormai una città fantasma.

Le città liberate scoprono l'orrore

Nelle città tornate sotto controllo ucraino, invece, si contano i morti e si denunciano crimini di guerra commessi dalle truppe nemiche. A Borodyanka, nell'oblast di Kiev, così come a Bucha, si stanno raccogliendo le prove di gravi violazioni della legge internazionale.

Più di 760 corpi, tra cui quelli di 30 bimbi, sono stati ritrovati in queste ore a Bucha in una nuova fossa comune. "L'Ucraina è una scena del crimine", ha detto il procuratore della Corte penale internazionale (Cpi).