Ucraina: Questore Ancona, alcuni profughi verso rientro

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Celebrato 170/o Polizia. Capocasa,ridotto flusso persone ucraine
Celebrato 170/o Polizia. Capocasa,ridotto flusso persone ucraine

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ANCONA</span>, 12 <span class="caps">APR</span> – Si è “molto ridotto” alla<br /> Questura di Ancona, ma anche nei commissariati della provincia,<br /> il flusso di persone ucraine in fuga dalla guerra, soprattutto<br /> donne e bambini, che nelle prime settimane del conflitto era<br /> arrivato anche a un numero di “50-60 al giorno”. Lo ha riferito<br /> il Questore Cesare Capocasa, a margine della celebrazione in un<br /> gremito Auditorium della Mole Vanvitelliana ad Ancona per il<br /> 170/o della Polizia di Stato sul tema “esserci sempre”: “da una<br /> settimana a questa parte – ha aggiunto – alcune di queste<br /> persone fuggite dalla guerra, chiamate per proseguire le<br /> pratiche per il permesso di soggiorno, dichiarano che hanno<br /> intenzione di ritornare. Alcuni stanno pensando di rientrare in<br /> Patria”. Anche nel suo intervento durante la cerimonia, tornata tale e<br /> in presenza dopo due anni di limitazioni per la normativa<br /> anti-Covid, Capocasa ha ricordato l’impegno della comunità,<br /> delle forze dell’ordine, tra cui la Polizia di Stato per<br /> accogliere profughi ucraini, “senza bagaglio e memoria,<br /> saccheggiati di passato presente e futuro, che cercano un varco<br /> per uscire dall’inferno e dalla brutalità della guerra, Mentre<br /> gli uomini sono al fronte a combattere – ha ricordato il<br /> Questore – donna, bambini e anziani tentano di sopravvivere o<br /> sono stati uccisi e sepolti anche in fosse comuni”. Capocasa ha<br /> citato le parole del papa, parlando di “notte calata<br /> sull’umanità” ma anche della “necessità di non far svanire il<br /> sogno della pace”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.