This content is not available in your region

Incidente Suv: Procura chiede giudizio immediato per pirata

Access to the comments Commenti
Di ANSA
(V. 'Cade da moto forse colpito...' delle 11:05)
(V. 'Cade da moto forse colpito...' delle 11:05)

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PORDENONE</span>, 12 <span class="caps">APR</span> – La Procura della Repubblica di<br /> Pordenone ha chiesto il giudizio immediato per Dimitre Traykov,<br /> l’imprenditore di origine bulgara, di 62 anni, accusato di<br /> omicidio stradale pluriaggravato, commesso il 30 gennaio scorso,<br /> ad Azzano Decimo (Pordenone), per un incidente lungo<br /> l’autostrada A28, in cui persero la vita le cugine Sara Rizzotto<br /> di 26 anni, e Jessica Fragasso, di 20, e in cui hanno riportato<br /> lesioni gravi anche le figlie di una delle vittime. “Espletati accertamenti ricostruttivi, testimoniali e<br /> medico-legali, eseguiti anche con l’ausilio della Polizia<br /> Stradale di Pordenone – spiega il Procuratore, Raffaele Tito – si ritiene che la prova appaia evidente e per questo è stato<br /> chiesto al Gip di disporre il rinvio a giudizio davanti al<br /> Giudice monocratico”. Per la Procura l’imprenditore viaggiava a circa 180<br /> chilometri all’ora, elemento che, insieme con la guida in stato<br /> di ebbrezza e all’omesso rispetto della distanza di sicurezza<br /> rispetto al veicolo che precedeva, sarebbe la causa<br /> dell’incidente. La Procura ha anche contestato all’imprenditore,<br /> agli arresti domiciliari, l’aggravante di essersi dato alla fuga<br /> omettendo di prestare assistenza alle persone ferite. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.