Fisco: 'maxi frode da società pubblicità', 4 arresti

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Gdf sequestra 28 milioni di euro, coinvolta anche Clear Channel
Gdf sequestra 28 milioni di euro, coinvolta anche Clear Channel

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 12 <span class="caps">APR</span> – Il Nucleo di polizia economico<br /> finanziaria della Gdf di Milano ha arrestato quattro<br /> imprenditori (ai domiciliari) in un’inchiesta del pm Paolo<br /> Storari, su ordinanza del gip Lorenza Pasquinelli, che vede al<br /> centro una presunta maxi frode fiscale; sono e coinvolte alcune<br /> società che si occupano di spazi pubblicitari e campagne, come i<br /> cartelloni collocati nelle città, tra cui Clear Channel e<br /> Portobello. Contestato anche il reato di riciclaggio e<br /> sequestrati circa 28 milioni di euro.<br /> I finanzieri, si legge in una nota firmata dal procuratore<br /> facente funzione Riccardo Targetti, hanno arrestato 4<br /> imprenditori “operanti nel settore della pubblicità” e eseguito<br /> “un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla<br /> confisca anche per equivalente per complessivi 28 milioni di<br /> euro”. Le indagini, condotte dalla Gdf di Milano con l’ausilio della<br /> Divisione Contribuenti/Settore Contrasto Illeciti dell’Agenzia<br /> delle Entrate di<br /> Milano, hanno consentito “di ricostruire l’esistenza di<br /> un’associazione a delinquere finalizzata alla realizzazione di<br /> un complesso meccanismo di frode fiscale, ideato e denominato<br /> dagli stessi indagati ‘Press deal’, attraverso la simulazione<br /> dell’acquisto e della vendita di spazi pubblicitari tra le<br /> società coinvolte”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.