This content is not available in your region

Valle d'Aosta vira a destra, accordo autonomisti-Lega

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Verso una maggioranza a 22. Forza Italia resta fuori
Verso una maggioranza a 22. Forza Italia resta fuori

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">AOSTA</span>, 08 <span class="caps">APR</span> – Cambia ancora la maggioranza<br /> politica che governa la Valle d’Aosta. L’ennesimo ‘ribaltone’ si<br /> sta concretizzando in queste ore con la definizione di un<br /> accordo tra le forze autonomiste (Union valdotaine, Alliance<br /> valdotaine e Vda Unie) e la Lega Vda. Si chiude così la<br /> parentesi del governo autonomista-progressista che in un anno e<br /> mezzo aveva perso numerosi pezzi, restando con una minoranza<br /> risicata (18 a 17).<br /> Autonomisti e Lega potranno contare su 22 consiglieri regionali.<br /> La Giunta sarà sempre guidata da Erik Lavevaz (Uv) e formata da<br /> otto assessori (uno in più rispetto ad oggi). Probabile anche<br /> l’avvicendamento alla Presidenza del Consiglio Valle, che è<br /> destinata alla Lega. Resta invece fuori dalla maggioranza Forza<br /> Italia, su cui gli autonomisti hanno messo un veto. “Il<br /> risultato di queste trattative – commenta Luca Tonino,<br /> segretario regionale del Pd – è un governo ‘politico’ che<br /> scivola a destra. Noi andremo all’opposizione perché non siamo<br /> disponibili ad allargare la maggioranza alla destra”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.