This content is not available in your region

Ucraina: a Pordenone accordo per assunzione profughi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sottoscritto da Prefettura, categorie e sindacati
Sottoscritto da Prefettura, categorie e sindacati

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PORDENONE</span>, 08 <span class="caps">APR</span> – È stato sottoscritto questa<br /> mattina, in Camera di Commercio a Pordenone, da Prefettura,<br /> Associazioni di categoria e Organizzazioni sindacali, un accordo<br /> per permettere, in condizioni di piena garanzia legale,<br /> contrattuale e retributiva, di far accedere a occasioni<br /> lavorative i profughi ucraini. Il testo è stato predisposto da<br /> Confindustria Alto Adriatico assieme alla Prefettura ferma<br /> restando la priorità data dalla necessità di reperire alloggi<br /> adeguati, assistenza alle madri e ulteriori misure di<br /> integrazione e la conseguente competenza istituzionale prevista<br /> dalla legge su tali ambiti. «L’emergenza data dall’afflusso nel territorio Pordenonese di<br /> profughi dall’ Ucraina, coinvolta nel conflitto con la Russia – è stato detto – impone una gestione il più possibile integrata<br /> tra le componenti sociali ed istituzionali di volta in volta<br /> coinvolte nella soluzione dei vari problemi connessi<br /> all’accoglienza umanitaria». La Prefettura offrirà collaborazione per fornire i dati<br /> quantitativi relativi alla localizzazione presso le strutture<br /> abitative gestite direttamente o tramite la collaborazione dei<br /> Comuni del territorio, di profughi ucraini in età lavorativa.<br /> Attraverso l’intervento di mediatori culturali le proposte di<br /> lavoro verranno formulate agli interessati specificando tutte le<br /> informazioni utili sul contratto di lavoro l’orario e la<br /> retribuzione. Sono previsti corsi di lingua italiana. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.