This content is not available in your region

Minori in villa con manganelli e taser,13enne il più piccolo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Ai carabinieri hanno chiesto scusa 'volevamo divertirci'
Ai carabinieri hanno chiesto scusa 'volevamo divertirci'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 06 <span class="caps">APR</span> – In villa con manganelli e torcia<br /> taser: il più piccolo 13enne, il più grande 16. E quando i<br /> carabinieri li hanno individuati, hanno chiesto scusa e hanno<br /> detto che possedevano quegli oggetti per divertimento.<br /> Sono stati alcuni cittadini a segnalare al 112 gli schiamazzi e<br /> le urla del gruppo di giovanissimi. Una volta sul posto i<br /> carabinieri hanno accertato che i tre ragazzi più grandi, erano<br /> in possesso di 3 manganelli e di 3 torce con funzione taser.<br /> Ognuno di loro aveva nascosto nel giubbino il proprio “kit<br /> sfollagente” pronto all’uso, un manganello in una tasca e la<br /> “torcia elettrica” nell’altra. I quattro – studenti residenti ad<br /> Arzano, Casoria e Napoli – hanno chiesto scusa e ammesso che<br /> volevano divertirsi. I militari hanno sequestrato le sei armi<br /> ed affidato i ragazzi ai rispettivi genitori, non prima di aver<br /> denunciato a piede libero i 3 più grandi del gruppetto per porto<br /> di armi od oggetti atti ad offendere. Sono in corso indagini da<br /> parte dei carabinieri sulla provenienza di queste armi e per<br /> accertarne la loro effettiva pericolosità, specie sui taser.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.