This content is not available in your region

Operaio morto dopo caduta a Napoli, datore di lavoro a giudizio

Access to the comments Commenti
Di ANSA
L'incidente risale al 9 luglio 2020, processo al via il 3 giugno
L'incidente risale al 9 luglio 2020, processo al via il 3 giugno

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 04 <span class="caps">APR</span> – Il Gip di Napoli Rosaria Maria<br /> Aufieri, accogliendo la richiesta del sostituto procuratore<br /> Mario Canale, ha rinviato a giudizio Antonio Camera, napoletano<br /> di 54 anni, con l’accusa di omicidio colposo, con l’aggravante<br /> di essere stato commesso in violazione delle norme<br /> antinfortunistiche. Lo rende noto lo Studio 3A. Il 54enne è<br /> stato rinviato a giudizio per la tragica morte di Enrico De<br /> Waure, 63 anni, anche lui di Napoli, avvenuta il 9 luglio 2020<br /> verso mezzogiorno per la conseguenze di una rovinosa caduta da<br /> un’impalcatura avvenuta mentre stava tinteggiando un’abitazione<br /> in via Vincenzo Ciaravolo. Il decesso sopraggiunse dopo oltre<br /> sette mesi dall’incidente. Secondo gli inquirenti il lavoratore<br /> venne mandato a lavorare a due metri d’altezza, senza alcun<br /> dispositivo di sicurezza e su di un trabattello “di fortuna”<br /> privo di parapetti.<br /> L’imputato, che non ha chiesto riti alternativi, dovrà comparire<br /> per la prima udienza del processo il prossimo 3 giugno 2022,<br /> dalle ore 9, presso la prima sezione penale monocratica, avanti<br /> il giudice Maria Tartaglia Polcini. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.