This content is not available in your region

Unesco: dal Gambrinus al Teatro Trianon, Napoli spinge il caffè

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Tradizione espresso unisce Italia,ricordi da cuccuma a 'sospeso'
Tradizione espresso unisce Italia,ricordi da cuccuma a 'sospeso'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">NAPOLI</span>, 26 <span class="caps">MAR</span> – Una giornata a Napoli pensando<br /> insieme alla storia del caffé espresso che ha lanciato la<br /> candidatura all’Unesco del caffè italiano; la giornata è<br /> nazionale e punta all’ultimo ok per la presentazione della<br /> candidatura del dossier “Il caffè espresso italiano tra cultura,<br /> rito, socialità e letteratura nelle comunità emblematiche da<br /> Venezia a Napoli” a patrimonio immateriale dell’Umanità<br /> dell’Unesco. Una giornata che ha coinvolto diversi bar della città a<br /> cominciare dal Gambrinus, bar simbolo di Piazza Plebiscito,<br /> pezzo di storia della città che ha celebrato proprio la storia<br /> del caffè a cominciare dalla ‘cuccuma’, l’antica macchina del<br /> caffè napoletano, poi superata dalla moka e dall’attuale<br /> macchina elettrica per casa, ma mai dimenticata in città. Ma al<br /> Gambrinus il caffè si è provato e celebrato, ricordato nella<br /> quotidianità dell’averlo e del darlo attraverso il “caffè<br /> sospeso”, che chi può concede tradizionalmente a Napoli a chi<br /> arriva in un bar in un momento difficile e ne ottiene uno<br /> gratuito. “Noi da sempre – spiega uno dei proprietari del Gambrinus,<br /> Massimiliamo Rosati – sostenuto la candidatura del caffè, siamo<br /> partiti dall’espresso napoletano e poi siamo confluiti nel<br /> pensiero al caffé italiano. Su questo abbiamo lavorato<br /> sinergicamente con altre istituzioni cittadine e università e<br /> ora promuoviamo il caffè di Napoli insieme a uello di altre<br /> città”. Da Napoli a Venezia spingendo il caffè in tazzina<br /> conosciuto e amato dai milioni di turisti che arrivano in Italia<br /> e passano alla tazzina dopo una vita davanti a grandi tazze di<br /> caffé allungato. Il pensiero a entrare nei prodotti celebrati dall’Unesco si è<br /> sposato oggi anche per la corsa verso l’Oscar con un caffè al<br /> Gambrinus che i celebranti hanno dedicato a Paolo Sorrentino e<br /> alla sua corsa per il premio con “E’ stata la mano di Dio”. Una<br /> mano a bere e celebrare il caffè in tutta la città, da “La<br /> Caffettiera” in Piazza dei Martiri a al bistrot “Lazzarelle”<br /> nella Galleria Principe, fino al Teatro Trianon dove è stata<br /> presentata al pubblico stamattina la candidatura del caffé e<br /> all’Accademia di Cucina Mediterranea a viale Kennedy per lo show<br /> cooking dedicato al caffé. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.