This content is not available in your region

Si indaga sui falsi allarme-bomba nei voli Belgrado-Mosca

Access to the comments Commenti
Di euronews
Si indaga sui falsi allarme-bomba nei voli Belgrado-Mosca
Diritti d'autore  Darko Vojinovic/AP   -  

Ormai sono tutti convinti dell'esistenza di una strategia dietro le sistematiche segnalazioni della presenza di bombe a bordo degli aerei di linea tra Belgrado e la Russia. Dopo il varo delle sanzioni contro Mosca, questo è il solo collegamento diretto con partenza da un paese europeo.

La polizia serba sta analizzando tutte le segnalazioni ricevute, nella spranza di risalire agli autori. "È il comandante dell'aeromobile a decidere dove atterrare, tenendo conto delle normative internazionali, dunque nella maggior parte dei casi i voli hanno fatto rientro a Belgrado", spiega un ufficiale.

Nonostante non sia mai stata trovata alcuna bomba a bordo dei suoi aerei, Air Serbia ha ridotto i collegamenti con Mosca e ha aumentato il prezzo dei biglietti. Secondo gli esperti del settore l'operatività di Air Serbia da e verso la Russia risponde a un generico interesse europeo a disporre di un canale per quanti non possano evitare viaggi verso la capitale russa.

Luka Popovic, analista del settore, si dice convinto che volando sulla Russia Air Serbia realizzi buoni risultati economici. "L'unico modo per cancellare questo collegamento credo sia legato ai fattori di guadagno, ad eventuali costi crescenti, e a nient'altro".

Una iniziativa per fermare i voli tra Belgrado e Mosca è arrivata dall'ex ministro degli Esteri dell'Estonia Urmas Pet, che si è rivolto a Bruxelles chiedendo un provvedimento in tal senso. Tuttavia l'Unione europea non ha titolo per intervenire in materia, non essendo ancora la Serbia un paese membro.