This content is not available in your region

Bimba ucraina investita e uccisa,simbolo pace e unità chiesa

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Omelia parroco: qui e in guerra sofferenze da azioni bullismo
Omelia parroco: qui e in guerra sofferenze da azioni bullismo

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CROTONE</span>, 25 <span class="caps">MAR</span> – “Taisiia è il simbolo di pace, di<br /> unità della chiesa cristiana e bizantina. Simbolo di unità in<br /> una tragedia, quella che noi viviamo in Ucraina da otto anni e<br /> della tragedia avvenuta a Cantorato”. Lo ha detto padre Vasyl<br /> Kulynyak, parroco della comunità ucraina della diocesi di<br /> Crotone, nell’omelia pronunciata durante i funerali della<br /> bambina ucraina morta domenica a causa di un incidente stradale.<br /> “Non possiamo stare in silenzio – ha aggiunto il religioso – per<br /> quello che è successo. È triste quando, come è accaduto a<br /> Cantorato, una persona viene uccisa da un bullo che spaventava<br /> la zona. Bisognava fare prevenzione prima. Anche in Ucraina noi<br /> soffriamo per un bullo e tutti sono stati in silenzio ed ora ci<br /> fanno le condoglianze mentre la gente viene uccisa. Sono<br /> migliaia i morti. Bambini e adulti che sono sempre figli di<br /> qualcuno”.<br /> “Noi oggi chiediamo – ha detto ancora il prete durante la<br /> funzione celebrata in italiano ed in ucraino – davanti a questa<br /> salma: pace. Non possiamo però stare silenziosi davanti a uno<br /> che fa male ad altri. Siamo tutti responsabili come cristiani<br /> dobbiamo difendere i deboli, prevenire il male”.<br /> Rivolgendosi ai genitori ed ai parenti della piccola presenti<br /> nel Duomo di Crotone padre Vasyl ha avuto parole di conforto. “I<br /> bambini secondo la nostra tradizione – ha sostenuto – sono<br /> innocenti e lei è in paradiso. Lei è santa e prega per noi. È<br /> angelo della pace. Impegniamoci a fare in modo che non ci siano<br /> altre vittime nel mondo”.<br /> Alla messa hanno preso parte il prefetto di Crotone, Maria<br /> Carolina Ippolito, il sindaco di Crotone Vincenzo Voce, che ha<br /> proclamato il lutto cittadino, il questore Marco Giambra, i<br /> vertici militari. Tanta i presenti e, moltissimi, i cittadini<br /> ucraini che hanno voluto dare l’ultimo saluto alla piccola<br /> Taisiia sulla cui bara c’erano boccioli di rosa bianca simbolo<br /> di purezza e innocenza. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.