Cassazione: torna in carcere sacerdote accusato di abusi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Avrebbe chiesto prestazioni sessuali a richiedenti asilo
Avrebbe chiesto prestazioni sessuali a richiedenti asilo

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PALERMO</span>, 24 <span class="caps">MAR</span> – È tornato in carcere don Sergio<br /> Librizzi, per molti anni al vertice della Caritas diocesana di<br /> Trapani. La Corte di Cassazione ha infatti confermato la<br /> sentenza di condanna a sei anni inflitta dalla Corte di Appello.<br /> Il sacerdote era stato arrestato con l’accusa di violenza<br /> sessuale e corruzione. In qualità di componente della<br /> Commissione per il riconoscimento dello status di richiedente<br /> asilo era accusato di avere ottenuto prestazioni sessuali dai<br /> migranti in cambio di favori nella pratica per il permesso di<br /> soggiorno. Librizzi era stato arrestato nel giugno del 2014 e in<br /> primo grado condannato a nove anni, pena confermata dalla Corte<br /> di Appello di Palermo. La Cassazione aveva però annullato la<br /> sentenza con rinvio e alla fine del 2020, dopo il secondo<br /> processo di appello, era stato condannato a sei anni due mesi e<br /> 20 giorni, modificando il reato in induzione alla corruzione. Il<br /> prete ha già scontato quattro anni, dovrà scontare il residuo<br /> della pena nel carcere di Termini Imerese. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.