This content is not available in your region

Mafia, la Gdf di Catania confisca beni per 5 milioni di euro

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Procura, a responsabile operativo del clan Santapaola-Ercolano
Procura, a responsabile operativo del clan Santapaola-Ercolano

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CATANIA</span>, 21 <span class="caps">MAR</span> – Beni per 5 milioni di euro sono<br /> stati confiscati da militari del Gico della Guardia di finanza<br /> di Catania, con il supporto dello Scico di Roma, a un<br /> responsabile operativo del clan mafioso Santapaola-Ercolano<br /> attualmente detenuto in regime di 41bis. Il provvedimento è stato emesso su richiesta della Procura<br /> distrettuale su indagini del nucleo di Polizia<br /> economico-finanziaria. Riguarda quote societarie e compendio<br /> beni aziendali di una fabbrica di prodotti in calcestruzzo per<br /> l’edilizia di Misterbianco e un’autorimessa con garage nel<br /> centro del capoluogo etneo. In particolare, con riferimento alla società di Misterbianco,<br /> sottolinea in una nota la Procura di Catania, “le risultanze<br /> investigative hanno consentito di porre in luce la ‘mafiosità’<br /> dell’impresa, sotto un duplice profilo: frutto dell’attività<br /> illecita del destinatario della confisca e occasione di<br /> reimpiego dei proventi delle attività delittuose” ed essersi<br /> “imposta sul mercato per le forniture di calcestruzzo a<br /> discapito di imprese concorrenti proprio in ragione del ruolo<br /> apicale nel contesto criminale catanese del suo ‘socio<br /> occulto’”. Il Tribunale di Catania, nella sentenza con cui è stata<br /> disposta la misura di prevenzione personale e la confisca del<br /> patrimonio, ha osservato che il destinatario del provvedimento<br /> “è stato riconosciuto, con sentenza passata in giudicato,<br /> appartenente al clan Santapaola dal 2002 al 2004” ed è coinvolto<br /> in inchieste per “associazione a delinquere di tipo mafioso ed<br /> estorsione aggravata da metodo mafioso, per cui è stato anche<br /> destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere”.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.