Caro carburante: altre "razzie" di pasta in market Sardegna

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Coda della psicosi collettiva dopo conferma protesta camionisti
Coda della psicosi collettiva dopo conferma protesta camionisti

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 13 <span class="caps">MAR</span> – Ancora scaffali presi d’assalto<br /> nei supermercati della Sardegna: stavolta le “razzie” si sono<br /> concentrate sulla pasta e sulla farina, meno su olio e zucchero.<br /> Si tratta di una coda della psicosi collettiva causata da un<br /> messaggio vocale lanciato sulle chat nei giorni scorsi che<br /> annunciava un blocco totale delle merci per la protesta contro<br /> il caro carburanti per 15 giorni degli autotrasportatori. Un<br /> blocco totale smentito non solo dalle grandi catene di<br /> distribuzione, come Conad e UniCoop, ma anche dagli stessi<br /> camionisti che hanno parlato di presidi pacifici senza blocchi<br /> stradali che porterebbero a conseguenze anche sul piano penale.<br /> La mobilitazione a oltranza, almeno in Sardegna, è stata però<br /> confermata a partire da domani e qualcuno ha fatto subito<br /> incetta di pasta e farina nei market, svuotando nuovamente gli<br /> scaffali, anche probabilmente per fare provviste prima di<br /> eventuali nuovi rincari del grano per la guerra in Ucraina e le<br /> sanzioni contro la Russia.<br /> Una psicosi che si è estesa oltre i confini isolani: ieri erano<br /> stati i cittadini di Bolzano a fare incetta di alimenti e<br /> prodotti igienici in una vera e propria corsa all’acquisto del<br /> fine settimana. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.