This content is not available in your region

Ucraina: partita carovana Refugees Welcome da Milano

Access to the comments Commenti
Di ANSA
350 famiglie milanesi pronte a ospitare le 50 persone in arrivo
350 famiglie milanesi pronte a ospitare le 50 persone in arrivo

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 10 <span class="caps">MAR</span> – Una spedizione composta da un<br /> pullman, quattro furgoni e cinque automobili, carichi di aiuti<br /> umanitari per il popolo ucraino, è partita questa mattina da<br /> Milano per Przemysl, la cittadina polacca, vicino al confine con<br /> l’Ucraina. A bordo dei mezzi c‘è anche la brigata di cucina del<br /> ristorante Rob de Matt, che cucinerà un pasto caldo per 2mila<br /> rifugiati. La carovana tornerà a Milano nel weekend, portando<br /> una cinquantina di persone in fuga dalla guerra. La spedizione è organizzata da varie associazioni tra cui Rob<br /> de Matt, I bambini dell’Est e Refugees Welcome, sul cui sito 350<br /> famiglie milanesi si sono candidate per accogliere i profughi.<br /> “L’emergenza ucraina ci sta portando a sperimentare un modello<br /> di ‘accoglienza diffusa’ nel territorio, – spiega Valentina La<br /> Terza di Refugees Welcome Italia – c‘è una grande adesione da<br /> parte dei cittadini di Milano, come non era mai accaduto con le<br /> altre crisi umanitarie”. “Stiamo cercando di far uscire<br /> dall’Ucraina il maggior numero possibile di persone – racconta<br /> Federica Bezziccheri, presidente dell’associazione ‘I Bambini<br /> dell’Est’ -. Domenica scorsa sono arrivati a Cernusco sul<br /> Naviglio 5 pulmini con 10 ragazze e 20 bambini provenienti dalla<br /> regione di Kharkiv; grazie al coordinamento di Refugees Welcome<br /> ed Emmaus oggi dal confine tra Polonia e Ucraina è partito un<br /> pullman, a bordo del quale stanno viaggiando 47 persone tra<br /> donne e bambini, che arriveranno a Milano domani mattina presto<br /> e che saranno accolte nelle case delle famiglie milanesi. In<br /> collaborazione con <span class="caps">AVSI</span> e Progetto Arca stiamo aprendo il primo<br /> spazio di accoglienza a Milano per il trasferimento di due case<br /> famiglia di Krasnokuts’k che ospitano sedici orfani”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.