Scuola: occupato liceo artistico Caravaggio a Milano

Access to the comments Commenti
Di ANSA
E' il 15/o in città, 'pretendiamo di essere ascoltati'
E' il 15/o in città, 'pretendiamo di essere ascoltati'

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 09 <span class="caps">MAR</span> – Continuano le occupazioni delle<br /> scuole secondarie di Milano e questa mattina sono stati gli<br /> studenti del liceo artistico Caravaggio a decidere dopo<br /> un’assemblea di non entrare in classe nell’edificio di via<br /> Prinetti per chiedere una didattica diversa e lo stop<br /> all’alternanza scuola-lavoro. “Pretendiamo di essere ascoltati”, hanno scritto sui social<br /> gli studenti del collettivo che hanno occupato il 15/o liceo a<br /> Milano dall’inizio dell’anno, chiedendo “una scuola che sia uno<br /> spazio di socialità, di collettività e di attivismo politico”,<br /> “libera dalle aziende”, “sicura”, “senza molestie e senza<br /> terrorismo psicologico”. “<span class="caps">VOGLIAMO</span> che la nostra salute mentale sia una priorità e che<br /> non sia messa in secondo piano – hanno aggiunto – <span class="caps">VOGLIAMO</span> non<br /> solo uno spazio didattico, ma uno spazio di ascolto e un<br /> servizio psicologico più attivo, che dopo due anni di pandemia è<br /> necessario e urgente. <span class="caps">VOGLIAMO</span> essere visti come persone e non<br /> come macchine e che non sia un voto a definire la nostra<br /> intelligenza e le nostre capacità”. Inoltre, chiedono che “i soldi destinati alla guerra vadano<br /> all’istruzione e che garantiscono un futuro degno agli studenti”<br /> e “una didattica diversa che non sia frontale, gerarchica e<br /> puramente nozionistica”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.