This content is not available in your region

Ucraina: 300 profughe saranno assunte negli hotel romagnoli

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Cameriere e aiuto in cucina, partono i corsi di formazione
Cameriere e aiuto in cucina, partono i corsi di formazione

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">RIMINI</span>, 08 <span class="caps">MAR</span> – Nel giorno della giornata della<br /> donna gli albergatori romagnoli riuniti nella rete Riviera<br /> Sicura annunciano che assumeranno a breve 300 donne scappate<br /> dalla guerra in ucraina in diversi hotel della riviera con un<br /> contratto di lavoro a tempo determinato. Le profughe potranno essere occupate, per un periodo<br /> variabile da 3 a 6 mesi, negli alberghi di Rimini e dintorni<br /> come cameriere ai piani, aiuto cucina e altre mansioni. Tutti i<br /> contratti – spiegano dall’associazione – “prevedono vitto e<br /> alloggio e questo consentirà un fortissimo risparmio di risorse<br /> economiche da parte dello Stato, riducendo, di fatto, il numero<br /> di alloggi da impiegare per l’accoglienza dei rifugiati”. La prossima settimana Riviera Sicura terrà un incontro con le<br /> associazioni delle altre categorie legate al turismo stagionale<br /> (ristoranti, stabilimenti balneari, etc.) per ampliare il numero<br /> delle assunzioni. “L’economia del nostro territorio – spiega il<br /> presidente dell’associazione Giosuè Salomone – necessita di<br /> manodopera straordinaria ogni stagione estiva. Avevamo già<br /> previsto di ricorrere al decreto Flussi per sopperire alla<br /> mancanza di personale, poiché il mercato del lavoro italiano non<br /> riesce mai a soddisfare la nostra richiesta in estate”. Nel frattempo comincia la formazione delle profughe. “Già<br /> lunedì – continua Salomone – inizieremo un corso base di<br /> italiano, cui seguiranno corsi di housekeeping, haccp e<br /> sicurezza sul lavoro per essere pronti con le assunzioni già a<br /> Pasqua. Abbiamo calcolato di potere erogare stipendi per oltre<br /> due milioni di euro entro settembre”. L’associazione intende chiedere al governo sgravi<br /> contributivi per l’assunzione dei profughi. Attualmente<br /> l’accoglienza gratuita è per gli albergatori “raramente al di<br /> sotto dei 3.000 euro al giorno”, spiegano. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.