This content is not available in your region

Ucraina: appello Confindustria Alto Adriatico cerca alloggi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Lettera del presidente Michelangelo Agrusti ai soci
Lettera del presidente Michelangelo Agrusti ai soci

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">PORDENONE</span>, 03 <span class="caps">MAR</span> – Il presidente di Confindustria<br /> Alto Adriatico, Michelangelo Agrusti, ha inviato a tutti gli<br /> associati un appello umanitario in cui chiede di segnalare la<br /> disponibilità di appartamenti da destinare temporaneamente<br /> all’accoglienza dei profughi provenienti dall’Ucraina. «La crisi – scrive – chiede a tutti noi di impegnarci in<br /> prima persona per portare aiuto alla popolazione ucraina.<br /> Centinaia di madri e bambini stanno in queste ore abbandonando<br /> il loro Paese per venire a cercare rifugio in Italia. L’esigenza<br /> più impellente – prosegue Agrusti – è dare ospitalità a queste<br /> famiglie, scosse dalla guerra, per cercare di portare loro un<br /> po’ di serenità. Ci siamo sempre contraddistinti, come<br /> imprenditori dell’Alto Adriatico, per la nostra attenzione ai<br /> più deboli; non ho dubbi che anche ora sapremo, assieme, portare<br /> loro conforto. Mi sto attivando in prima persona – ha concluso – per affittare degli appartamenti da rendere disponibili al più<br /> presto». Sulle rilevanti conseguenze che coinvolgono le numerose<br /> aziende che intrattengono rapporti economici nell’area<br /> Russo-Ucraina, Confindustria Alto Adriatico farà il punto domani<br /> (4 marzo, alle ore 15) con un webinar. Saranno fornite prime,<br /> utili indicazioni sulla base degli elementi noti pur nella<br /> consapevolezza che lo scenario è in continua evoluzione. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.