Covid: inchiesta mascherine, assolto imprenditore Ieffi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Lo hanno deciso i giudici di Cassazione
Lo hanno deciso i giudici di Cassazione

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">ROMA</span>, 03 <span class="caps">MAR</span> – Assolto in Cassazione l’imprenditore<br /> Antonello Ieffi accusato di turbativa d’asta in una inchiesta<br /> della Procura di Roma relativa ad una appalto indetto da Consip,<br /> nel prima fase della pandemia, per l’acquisto di 3 milioni di<br /> mascherine, mai giunte poi in Italia. La gara aveva un valore di<br /> 15,8 milioni di euro. I giudici della Sesta sezione della<br /> Suprema Corte hanno annullato senza rinvio, con la formula<br /> “perché il fatto non sussiste”, la sentenza di appello impugnata<br /> dal difensore Carlo Bonzano, che ha assistito l’imprenditore<br /> assieme al collega, Luigi Annunziata. “Si tratta di una decisione rispetto alla quale esprimo<br /> ampia soddisfazione personale e professionale per avere la<br /> Suprema Corte – afferma Bonzano – integralmente accolto i motivi<br /> di ricorso proposti e avendo peraltro assunto solo da ultimo la<br /> difesa di Ieffi proprio nel giudizio di legittimità”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.