This content is not available in your region

Inchiesta sul 're dei concerti', 23 rinvii giudizio

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Anche ex senatore Esposito ed ex assessore comunale La Volta
Anche ex senatore Esposito ed ex assessore comunale La Volta

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">TORINO</span>, 01 <span class="caps">MAR</span> – È terminata con 23 rinvii a<br /> giudizio l’udienza preliminare per inchiesta che a Torino vede<br /> come figura principale quella di Giulio Muttoni, imprenditore<br /> nel mondo dello spettacolo ex patron della società<br /> organizzatrice di concerti ‘Set Up Live’. A luglio, oltre allo<br /> stesso Muttoni, saranno processati, per episodi differenti, l’ex<br /> senatore Stefano Esposito e l’ex assessore comunale Enzo La<br /> Volta. “Prendo atto – ha commentato Esposito – che il giudice<br /> non si è pronunciato su una questione di utilizzabilità delle<br /> intercettazioni telefoniche ai sensi dell’articolo 68 della<br /> Costituzione. Sono senza parole”. L’udienza preliminare riguardava 35 persone. Tre hanno<br /> chiesto la messa alla prova. Gli altri hanno scelto di essere<br /> giudicati con il rito abbreviato. Nel filone di indagine principale il pubblico ministero<br /> Gianfranco Colace afferma che Muttoni chiese e ottenne, in<br /> cambio di favori, l’aiuto dell’allora senatore Stefano Esposito<br /> (Pd) per arrivare alla revoca di una interdittiva antimafia che<br /> la Prefettura di Milano aveva destinato alla sua società.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.