Morta dopo caduta da parapetto, filmati confermano incidente

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Vittima dopo una festa a Sassari una donna di 31 anni
Vittima dopo una festa a Sassari una donna di 31 anni

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">SASSARI</span>, 28 <span class="caps">FEB</span> – I filmati registrati dall’impianto<br /> di videosorveglianza del capannone industriale di Predda Niedda,<br /> a Sassari, dove ieri mattina è morta Carla Lallai, 31enne di<br /> Muravera (Sud Sardegna), hanno confermato che a causare la morte<br /> della giovane è stato un incidente.<br /> La giovane donna, poco dopo mezzogiorno, si era assopita dopo<br /> essersi sdraiata sul parapetto in muratura di fronte al locale<br /> dove aveva trascorso la nottata con gli amici, si è sbilanciata<br /> ed è precipitata per 12 metri, sul piazzale in cemento<br /> sottostante. Gli amici che erano con lei non vedendola più nei<br /> dintorni si sono preoccupati e hanno fatto la tragica scoperta.<br /> Hanno chiamato i soccorsi ma al loro arrivo Carla Lollai era già<br /> morta.<br /> I carabinieri della Compagnia di Sassari hanno ricostruito i<br /> fatti: la 31enne aveva partecipato a una festa privata con una<br /> cinquantina di persone nel locale notturno che si trova al primo<br /> piano di un capannone industriale al quale si accede tramite una<br /> rampa automobilistica, nella strada 14 della zona industriale<br /> Predda Niedda.<br /> La festa è durata fino al mattino e dopo i ragazzi si sono<br /> intrattenuti all’esterno per godere della bella giornata di<br /> sole. La stanchezza ha tradito Carla Lollai, che si è adagiata<br /> sul parapetto proprio davanti all’ingresso del night ed è<br /> precipitata.<br /> La Procura di Sassari ha disposto l’autopsia sul corpo della<br /> 31enne e l’incarico al medico legale sarà conferito nei prossimi<br /> giorni. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.