Vaccini: dall'1/3 in E-R la quarta dose per 53mila fragili

Access to the comments Commenti
Di ANSA
D'Amato, "buona l'adesione dei pediatri, circa il 70%"
D'Amato, "buona l'adesione dei pediatri, circa il 70%"

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">BOLOGNA</span>, 23 <span class="caps">FEB</span> – Quarta dose di richiamo ‘booster’<br /> di vaccino alle persone fragili: l’Emilia-Romagna è pronta a<br /> partire con le somministrazioni. Dopo il via libera arrivato dal<br /> commissario straordinario per l’emergenza Francesco Paolo<br /> Figliuolo, che ha fissato per martedì prossimo, primo marzo,<br /> l’avvio della nuova fase della campagna vaccinale riservata alle<br /> persone gravemente immunodepresse, la macchina organizzativa<br /> della sanità regionale si è già messa moto per farsi trovare<br /> pronta all’appuntamento. “Siamo in grado di affrontare nei tempi previsti questo nuovo<br /> step della campagna vaccinale – sottolinea l’assessore regionale<br /> alle Politiche per la salute, Raffaele Donini – grazie<br /> all’efficiente organizzazione del sistema sanitario regionale e<br /> a tutto il personale impegnato con vari ruoli nelle<br /> vaccinazioni, a cui rinnoviamo il nostro grazie”. I destinatari della quarta dose di richiamo saranno appunto i<br /> pazienti con fragilità, dai 12 anni in su che abbiano già<br /> completato il ciclo vaccinale primario con tre dosi (di cui la<br /> terza addizionale), dopo un intervallo minimo di almeno quattro<br /> mesi (120 giorni) dalla dose addizionale. E’ raccomandata, come<br /> indicato dalle autorità sanitarie nazionali, ai soggetti con<br /> marcata compromissione della risposta immunitaria a causa di<br /> malattie, trattamenti farmacologici e trapianti di organo<br /> solido. Va fatta utilizzando uno dei vaccini a mRNA – Pfizer o<br /> Moderna – nei dosaggi autorizzati secondo l’età. In<br /> Emilia-Romagna, secondo una prima stima, la platea dei soggetti<br /> immunodepressi ai quali è raccomandata la quarta dose<br /> addizionale è di oltre 53mila unità, su un totale di circa<br /> 900mila a livello nazionale. Queste persone saranno contattate<br /> direttamente tramite sms o chiamata dalle singole Usl o dalle<br /> strutture sanitarie che le hanno in carico per fissare<br /> l’appuntamento per la somministrazione della quarta dose<br /> booster. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.